Compiz vs Beryl: #2 questione di buon gusto

Disclaimer al contrario: quanto segue non sono mie opinioni personali, ma fatti oggettivi e inconfutabili per chiunque dotato di buon gusto (e grazie a Madre Natura siamo in numero abbastanza alto qui dentro)

Prima di tutto le “buone” notizie…

La settimana scorsa ho esposto la mia opinione dal punto di vista della “qualità”, nei post “Compiz vs Beryl: #1 questione di qualità” e nel seguito “corleonese” “Ubuntu e Beryl, cominciate a capire l’antifona, ah?“. Ho letto alcuni commenti interessanti a quei post: un membro della comunità Beryl (mordredP) ha confermato che le mie invettive – seppure particolarmente forti – sono prese in considerazione e le mie critiche sono valutate :-)

Questo non può che farmi piacere e – tanto per ripetermi ogni volta – torno a dire che le mie “invettive” hanno l’unico scopo di sensibilizzare utenti e sviluppatori sulla necessità di tenere uno standard “alto”, e se si vuole essere paragonati a Compiz mi rendo conto che non è facile… ma ripeto che la mia intenzione non è ridicolizzare Beryl, per quello basta guardare l’effetto lampada di aladino… -.-

La prima decisione presa dal team di sviluppo di Beryl in tal senso è stata quella di creare le basi per avere dei sistemi razionalizzati e “umani” per configurare Beryl (e magari eliminare questa mostruosità?). La situazione attuale è infatti penosa e questo cambio già da solo fa ben sperare.

Oggi però, visto che non mi accontento mai, voglio portare alla vostra attenzione un aspetto forse ancora più grave: la totale mancanza di buon gusto nelle scelte di “design” e impatto visivo di Beryl.

…e poi la Mannaia!

Digressione: Io credo fermamente che ci sia bisogno di frenare il dilagare del cattivo gusto tra alcuni (pochi ma rumorosi) utenti del pinguino. Sto assistendo da molto tempo al prosperare incredibile di brutture, anche completamente svincolate da Beryl:

thinklinux.jpg
Esempio di pessimo gusto, ma perché abbruttire così il povero Tux?

Così come c’è gente che “disegna” icone mostruose copiando vista o macosx quando invece ci sarebbe l’ottimo Tango, c’è chi mutila il povero Tux disegnandolo a forma di mela Apple e copiandone anche il motto *senza nessun motivo*…

…allo stesso modo c’è Beryl-FisherPrice-Teletubbies, che con le sue animazioni grottesche, esagerate, pesanti, inutili infantili e sbattute in faccia… è un’offesa universale al buon gusto e al senso della misura e potrebbe appetire solo a tredicenni brufolosi, specie se paragonato al minimalismo cool di Compiz, in cui ogni singolo effetto è calibrato per essere usabile anche a lungo e godibile da persone con un minimo di senso estetico.

Come ho scritto tempo fa, usando Beryl si ha da subito la sensazione che sia stato pensato da persone senza un minimo di gusto e di disciplina e forse con qualche rivalità nascosta con lo sviluppatore del “plugin accanto” :D Ogni effetto cerca di sorpassare l’altro in termini di bruttezza, inutilità, pesantezza e …ingombro

Visto che molti musicisti seguono questo blog, faccio un esempio pratico: io suono per diletto, mi è capitato di suonare con tanti buoni musicisti, a volte con ottimi musicisti, per mia fortuna. Quello che ho imparato è che più si è bravi e meno si tende a imporre la propria presenza. Un bravo chitarrista sarà molto più bravo se non ti pettina i capelli col suo amplificatore da 200 Watt, per quanta tecnica possa avere… figuriamoci se il chitarrista in questione avesse poca tecnica… (Per la cronaca io ho trovato il nirvana con un amplificatore valvolare da 30 Watt :-D )

Per chi non apprezzasse l’esempio musicale… vado agli aspetti pratici. La lista delle mostruosità di pessimo gusto in Beryl comincia già dall’avvio e prosegue lungo tutta l’esperienza d’utilizzo:

1) Avvio

Lo splash screen tremolante all’avvio è la prima cosa bocciata senza pietà. Ma dico: chi diavolo mai vorrebbe uno splash screen in …Metacity, ad esempio? O in qualsiasi altro Window Manager, o a pensarci bene… in qualsiasi app? Che senso ha imporre uno splash screen? Anche qui problemi di ego… Ricordo che si sta cercando in tutti i modi di eliminare lo splash screen perfino da GNOME!

beryl01.png
Pacchiano, inutile e ingombrante: lo splash screen di Beryl

Per chi ne fosse ignaro: uno splash screen è quella finestrella che generalmente contiene un logo e viene visualizzata durante il caricamento delle applicazioni quando/se:

  • L’app ci sta un secolo a caricarsi, almeno l’utente si distrae e percepisce meno lentezza
  • Bisogna indicare all’utente che l’app sta caricando, altrimenti potrebbe rilanciarla, appesantendo ancora di più il sistema.

Gli splash screen erano comunissimi negli anni 90, quando avevamo PC lenti e interfacce cessose. Al giorno d’oggi uno dei pochissimi esempi (l’unico?) in cui purtroppo lo splash screen è ancora necessario è OpenOffice.org.

1) Aspetto visivo e stile (o mancanza di)

La versione provata è la 1.2, non so se versioni precedenti/prossime avranno queste impostazioni, spero di NO.

Il tema predefinito dei bordi delle finestre è un’offesa, un mattone del cattivo gusto: hanno cercato di fare stare tutti i colori del fottutissimo arcobaleno nel minore spazio possibile? No perché almeno avrebbe avuto un senso… nemmeno questo: infatti i bordi delle finestre sono assurdamente e inutilmente spessi, qualcosa come 10 pixel per lato?!? E il tutto solo per copiare vista, che fa schifo di suo… o0

beryl02.png
Il tema predefinito di Beryl: brutto e “fuori posto” ovunque

compiz01.png
Il tema predefinito di Compiz: chiaro, elegante e funzionale

Ovviamente il tema di Beryl non è integrato con niente: non con KDE, non con GNOME e nemmeno con le GTK, seppur usandole. Cambiando il mio tema GTK con diversi colori il bordo delle finestre rimane impassibilmente e fottutamente rosso mattone.

Ci sono SEI pulsanti su ogni finestra, ognuno con un colore differente, in minima parte ispirato ai colori dei pulsanti delle finestre in osx. In compenso il testo nel titolo delle finestre, l’unica cosa che dovrebbe risaltare chiaramente, è praticamente illeggibile: caratteri piccoli e neri su sfondo rosso scuro… Quell’alone biancastro mal distribuito sotto al testo dovrebbe servire – oltre a copiare vista – a migliorare le cose, ma non bastava scegliere un contrasto migliore? Mah

3) Effetti e Animazioni

Le varie versioni della lampada di aladino sono anch’esse bocciate senza pietà. Insomma …chi pensa sul serio che un effetto così vomitevole e pesante possa essere usato per più di dieci minuti? Se si voleva a tutti i costi copiare osx perché non copiare fedelmente? Probabilmente è sfuggito che il motivo dell’animazione fumettosa di osx per “minimizza” è semplicemente quello di indicare visivamente all’utente dove va a finire la finestra, visto che il dock non ha titoli per le finestre (finché non ci si va sopra col mouse). Qui esattamente che senso ha? Oltre a quello di imporsi visivamente?

beryl03.png
La vomitevole lampada di aladino

Le cose non vanno meglio con Sidekick, Dream, Beam Up e i vari Folds… Ho cercato in tutti i modi di impostare una animazione sensata per “minimizza” e sono passato attraverso la galleria degli orrori che è il plugin Animation: fuochi di santantonio, sparizioni mistiche, effetti laser, finestre rotanti e capriolanti, tremolii in stile Parkinson…

Il tutto per scoprire alla fine che l’unico effetto usabile è “Zoom”, ossia quello di Compiz. Dà l’idea di dove vada la finestra, è veloce, non stanca e mantiene l’attenzione su quello che c’è dentro la finestra, non sposta l’attenzione verso il gestore delle finestre, non cerca di sconvolgermi con trovate da… pubblicitario. Ma forse è anche questo un’altro sintomo del complesso di inferiorità di Beryl? Se è così – già che ci sono – mi permetto di suggerire il prossimo passo per attirare l’attenzione: rimpiazzate semplicemente il contenuto delle finestre con un paio di mammelle enormi con su scritto BERYL, avrete sicuramente l’attenzione (e qualche utente brufoloso in più) :-D

Ovviamente “minimizza” e “ripristina” hanno impostazioni differenti… ossia per avere la stessa cosa posso scegliere di vomitare ogni volta in due modi differenti… ma queste animazioni da circo sono disponibili per praticamente tutto: Hop! Chiudo la finestra con una fiammata. Hop! Minimizzo con una lampada di aladino. Hop! Ripristino la finestra con l’effetto tremolio da Parkinson …e la vera chicca: …Hop! Faccio una qualsiasi operazione con un effetto RANDOM! Frasi consigliate per pubblicizzare questa caratteristica: “Non sai mai cosa potrà succedere usando Beryl!“. Oppure: “Beryl, il gestore delle finestre che vi intrattiene più di Buona Domenica!“. Semplicemente kitsch.

A parte il plugin Animation, una animazione da mal di mare è quella predefinita di chiusura/apertura delle finestre. Le finestre appaiono/scompaiono con un effetto zoom che parte dalla posizione del cursore. Riconosco che dietro questa animazione potrebbe esserci un tentativo di sensatezza, nel senso che rafforza l’idea della connessione tra l’azione compiuta e l’effetto ottenuto. Nell’uso reale però ci sono moltissimi casi in cui questa connessione è inutile e anzi fastidiosa, ad esempio premendo Alt F2 il mouse non c’entrerebbe niente, eppure mi viene presentata l’animazione a partire dal cursore. Ma, come ho detto, per quanto sbagliata almeno questa aveva un tentativo di idea di usabilità alle spalle, anche se fallito.

4) Le impostazioni predefinite

Quello che dà veramente fastidio non è la presenza di animazioni stupide e inutili in sè: quello potrebbe essere semplicemente un modo per giocare un po’ a scopiazzare osx e vista con OpenGL e non ci vedo niente di male alla fine. Ci potrebbe benissimo essere una animazione che per minimizzare una finestra mi mostra il traceroute di un ping verso un sito dedicato ai problemi legati al ciclo mestruale …in OpenGL, non me ne fregherebbe un cacchio se quell’animazione fosse disattivata nella configurazione predefinita!

Cosa succede invece? Succede che le animazioni più assurde di Beryl trovano nelle impostazioni predefinite il peggior alleato: ci sono tutte le animazioni nel loro massimo splendore e sbattute ovunque, quando invece sarebbe auspicabile avere una configurazione usabile e godibile per tutti.

Quando penso ad una configurazione usabile, godibile e di buon gusto penso ovviamente a Compiz. Copiate le impostazioni predefinite di Compiz!

Conclusioni… alla prossima

Torno a ribadire che non mi interessa ridicolizzare Beryl “tanto per dire qualcosa di cattivo”, invece voglio che Beryl migliori e la smetta di essere motivo di imbarazzo con il suo pessimo gusto profuso in ogni dettaglio. Sono cosciente che questi miei post su Compiz vs Beryl mi stanno procurando una impopolarità infinita, ma se questo significa sensibilizzare gli utenti e soprattutto gli sviluppatori di Beryl… ben venga!

Se un utente alle prime armi con GNU/Linux dovesse cercare informazioni sul famoso cubo rotante sono contento che arrivi a leggere queste pagine e fugga via da Beryl e installi Compiz, altrimenti ci troveremo ad avere agli occhi di tutti l’immagine di tredicenni brufolosi che giocano come deficienti con lampade di aladino e stupidi effetti Parkinson che non solo non migliorano per niente la funzionalità dei nostri Desktop, ma anzi la degradano nettamente.

Ma sto sconfinando, questo è l’argomento che tratterò nel prossimo odiatissimo ma necessario post della serie Compiz vs Beryl. State sintonizzati :-)

65 pensieri su “Compiz vs Beryl: #2 questione di buon gusto

  1. io smetto subito di usare beryl se trovo un anima pia che mi spiega come far funzionare compiz + xgl con i driver ati fglrx, su dapper andava ma su edgy niente da fare :( e tu fai questi post che mi fanno sentire ancora più triste :(

  2. @Lap:
    Mi dispiace, io non ho schede ATi, posso solo segnalarti alcune aggiunte alla guida ufficiale del blog mandate da lettori, ecco qui:

    guida ufficiale:
    https://pollycoke.wordpress.com/2006/05/18/ubuntu-dapper-xgl-compiz/

    aggiunte dei lettori:
    https://pollycoke.wordpress.com/2006/09/27/xgl-per-utenti-ati-piccole-note-alla-guida-ufficiale/

    Sei sicuro di dover per forza usare Xgl + fglrx? Che distro e che sheda hai? Qui c’è una tabella per capire cosa puoi usare:
    https://pollycoke.wordpress.com/2006/10/16/differenze-tra-xgl-e-aiglx/

    Non essere triste… qualsiasi cosa per liberare un utente da Beryl! :-D

    PS: Se continuiamo qui saremo OT. Per eventuali risposte non relative a questo post commenta pure in una di quelle, ti seguo lo stesso

  3. Mi piace essere pacchiano e vedere animazioni vomitevoli, nonostante questo non sono un 13enne brufoloso.

    Al posto dell’intero post avresti potuto scrivere… de gustibus.
    Perché è di gusti che si tratta. Se il mio colore preferito fosse il blu, non pretenderei che fosse così per tutti, dando addosso a tutti quelli che amano il rosso.
    Linux è bello perché si può scegliere, lasciateci usare beryl in pace ;)

  4. Concordo con lo splash, inutile.
    Uso la lampada io… più comoda di zoom…
    per creazione finestre uso fade come in compiz, con meno durata (0,30 s mi pare), per la chiusura sidekick è fighissimo!

    Comunque beryl4ever… almeno rispetto a compiz… in fondo basta disabilitare i plugin e hai un compiz potenziato, molto più stabile e con dei settings molto più semplici da applicare e non dipendenti da gnome. (Con compiz si hanno miriadi di problemi con gli schemas ad esempio oppure ad esempio ora è broken e qui ho tutto bianco mentre beryl rulla)

    Diverso è per emerald, i cui temi fanno veramente _schifo_, sono d’accordo… infatti io uso beryl + gtk-window-decorator (a parte qualche bel tema pixmap tipo ish-aqua) con i settaggi “alla compiz”

    Compiz è destinato a morire comunque… quindi speriamo ci sia un bel fork di gtk-window-decorator così da avere qualche features in più

  5. Ehehe! Sei stato più violento del solito :) In ogni caso sono d’accordo con te felipe, un desktop coerente dovrebbe contenere solo una “top ten” tra le animazioni più pulite e che rendono il lavoro più piacevole, questo almeno nelle impostazioni predefinite. Credo che beryl così come compiz debba essere innanzitutto una piattaforma sul quale poi ognuno può decidere di caricare quello che vuole. Così avremo i tredicenni brufolosi che trasformano a tutto diritto il loro desktop in un luna park e persone che usano il computer in modo produttivo che magari lasciano le impostazioni di default. Per questo queste impostazioni devono essere il più possibile discrete. Carine, veloci, moderate ma soprattutto l’effetto e il comportamento delle finestre non dovrebbe diventare il punto focale dell’attenzione dell’utente. Semmai dovrebbe essere qualcosa di elegante, che da quel tocco in più all’ambiente operativo nel suo insieme. Beryl come dici tu “ti sbatte in faccia” troppo, appesantendo, rallentando e in diversi casi dando l’idea di non essere su una macchina “da lavoro” ma su un’insieme pastrugnato schiccherie, degne di un carnevale informatico. Spero davvero che la comunità di Beryl, vivace e creativa, riesca dopo tutto questo baillame a dare una struttura alla propria passione. È bello che ci sia tanta gente interessata a Beryl, ma è soprattutto importante che all’interno della comunità si affermi una leadership chiara che abbia un progetto, una visione e un po’ di buon gusto. È ora che il progetto maturi, e superi la fase iniziale del “più c’è meglio è”.

  6. Ma solo io ho visto che con Emerald themer puoi prendere i bottomi che ti pare da un tema qualsiasi (ovviamente farteli se vuoi) , decidere font colori disposizioni trasparenze sfumature ombre riflessi lazzi e mazzi, e in pochi minuti ti fai il tema tuo. Con metacity non so neppure da dove cominciare.
    Comunque ora ci sono anche Heliodor (metacity) e Aquamarine (kde) come wd.
    Splash ? disattivato
    Animations? disattivato
    Cmq ho provato heliodor 2 giorni ma sono tornato ad emerald.

  7. Grande Felipe…
    Ti appoggio al 99 %…
    Per il restante 1% ti devo riprendere su un punto, ovvero:
    “Quando penso ad una configurazione usabile, godibile e di buon gusto penso ovviamente a Compiz. Copiate le impostazioni predefinite di Compiz!”…
    Ecco…Su questo punto penso invece che Beryl possa crescere ed addirittura superare Compiz, ovvero andare oltre la normale scopiazzatura di Compiz e delle impostazioni di Compiz e creare qualcosa di mooooooooooolto più gradevole, funzionale, usabile e tutto questo ovviamente di default!
    Tu che ne pensi??…Se qualche Beryl-liano mi ascolta mi dica anche lui come la pensa su questa questione!
    Almeno così Beryl invece che essere solo una unstable diverrebbe anche un progetto serio che mira ad un motivo di esistenza!

  8. ho messo su beryl l’altro giorno sono stato a vomitare x 2 ore sulla tazza del cesso
    ecco cesso e’ la prima cosa che mi viene in mente quando vedo beryl un’o/errore di programmazione

  9. come dice anche felipe, dobbiamo ricordarci che quello che conta sono ancora dati, programmi e non l’interfaccia.
    Una buona interfaccia dev’essere come un bravo arbitro: non deve cercare di rendersi protagonista della partita, ma dirigerla in modo che sia piacevole per tutti, cercando di non far notare a tutti i costi la sua presenza.

    Se poi si vogliono avere delle aggiunte, ben vengano, per carità; per fare un parallelismo con il mondo del tuning delle auto, quando si compra un’automobile non la trovi già “intamarrata”, devi aggiungere “manualmente” i pezzi che vuoi…

  10. Vorrei spezzare un lancia (tanto per cambiare) a favore di compiz..

    Per capire la differenza tra i due basta selezionare una finestra con il mouse e trascinarla..secondo me (e non diversamente possono pensarla gli altri in quanto impossibile negare l’evidenza) la fluidità del “wobblamento” di compiz è nettamente superiore..ma nettamente..così come il massimizzare o il minimizzare le finestre..si capisce (vedi: è lampante) che in compiz il tutto è più naturale..armonico..piacevole insomma!
    Ho l’impressione invece che in beryl il tutto sia più spigoloso..più grezzo..

    Meglio concentrarsi su poche cose e farle bene..piuttosto che farne tante sommariamente..

  11. @Pitti
    Beryl è veloce quanto compiz se non (forse considerando che è più sviluppato) di più
    “Sembra” lento perchè sono attivi dei filtri del cazzo sotto le opzioni principali (sono nel primo menu), va disabilitato “fix lentezza” e “sync to vblank” e “trova refresh rate”

  12. Sarò stato particolarmente violento ma ho detto cose sacrosante che forse altri non dicono per non so esattamente quale motivo…

    @Cimi e telperion:
    Confermate entrambi il mio punto #4, per cui anche tutto il resto.

    Grazie a tutti per i commenti :-)

  13. Io ribadisco…meglio beryl
    Sviluppato costantemente(adesso
    hanno un forum,un blog,e addirittura
    un “bugzilla”
    Una comunità molto attiva e programmatori
    smanettoni sono un must per chi come me
    adora aggiornare frequentemente ;)
    Compiz e’ piu’ veloce?
    Non lo nego,però beryl ha qualcosa come
    20 effetti e funzioni in piu’
    e’ slegato da gnome
    Adesso per gli utenti di kde ce pure aquamarine…
    un kwin per beryl!
    E infine una megachicca…un plugin per fare i video con beryl!
    Si avete sentito bene,potete registrare il desktop
    con xgl attivo
    W BERYL!

  14. @Cimi

    ho smanettato per un sacco di tempo con le opzioni di beryl tentando di renderlo accettabile ma dopo sono ritornato a compiz-freedesktop. beryl (almeno nel mio caso) mi è sempre sembrato molto più lento di compiz.

    e cmq più sviluppato non siginifica più veloce nè più efficiente.

    se ti capita dai un occhiata ai sorgenti… beryl è un groviglio di codice messo lì alla bell’emeglio, è un miracolo quasi che funzioni (e in questo gli sviluppatori di beryl sono stati bravi!)

    il codice di mr raveman è pulito e modulare, e anche se viene sviluppato più lentamente, sinceramente preferisco avere gli stessi effetti due mesi dopo ma più stabili (se ci penso compiz adesso ha + o – quello che aveva compiz-quinnstorm a inizio settembre).

    @felipe

    secondo me non dovevi addentrarti troppo su un guidizio estetico su beryl. siamo tutti d’accordo che la lampada di aladino fa schifo, ma di sicuro troverai il beryl-iano di turno che ti viene a dire “a me piace!”.

    sulle altre considerazioni (splash screen inutile, impostazioni predefinite orride, codice instabile) siamo tutti (o quasi) d’accordo.

    ciao! (e complimenti per il blog!)

  15. @Quinto primo:
    Compiz – se lo si vuole – è slegato da GNOME ormai da un po’, aggiornati.
    Su tutto il resto del tuo commento preferisco glissare pietosamente

  16. @Quinto primo:

    viva i luoghi comuni!!! compiz è legato a gnome!!!

    io uso compiz con kde e addirittura (senza configurare niente) la decorazione delle finestre ha lo stesso color violetto del tema qt.

    compiz segue gli standards di freedesktop.org, che riunisce praticamente tutti i DE disponibili per linux (gnome, kde, xfce, wmaker)…

  17. ogni volta che leggo i tuoi post felipe mi viene invidia…su Dapper usavo Beryl perkè era l’unico che andava con la mia maledetta ati: su edgy non uso neanke quello perkè i driver mi fanno casini in alcune impostazioni….ODIO beryl io pure e vorrei la semplicità di Compiz !! :((
    Ma possibile che questi stupidi delle ati non facciano qlc a riguardo? Sai mica se c’è in futuro qlc possibilità di driver open “decenti ” x noi utenti sfigati ATI?

  18. Da un utilizzatore di beryl:
    Felipe ha ragione, beryl è totalmente fuori controllo.
    Nell’svn _ogni giorno_ vengono _aggiunte_ ed _eliminate_ feature stupidissime e soprattutto di pessimo gusto.
    Fortunatamente si può rimediare impostando un desktop
    più sobrio… il problema è che per farlo bisogna passare per il terribile “Configuratore Beryl”, a mio parere il più grosso punto debole di beryl.

  19. @Quinto primo:

    ….E infine una megachicca…un plugin per fare i video con beryl!
    Si avete sentito bene,potete registrare il desktop
    con xgl attivo…

    cosa che facevano da ANNI ventuordicimila altri software…

  20. a volte leggerti e meglio di barzelletta ….

    cmq per dirla tutta, siamo sicuri che compiz o beryl aumentino l’usabilità ?

    io forse sono vecchio, considero l’essenzialità una caratteristica fondamentale, e secondo la mia personale opinione compiz e beryl servono solo a fare i “fighi” con gli amici.

  21. Quoto il commento 3, quello di “Pacchiano”…
    Con alcune modifiche: concordo con la pesantezza del programma, con le impostazioni iniziali supportate solo da processori in dual-core, però devo dire che molti temi di Beryl (Emerald) sono davvero belli e di facile configurazione…
    Se si vuole “alleggerire” Beryl si può fare, come codice non raggiungerà compiz, ma ogni cosa ha un suo compromesso… =)

    P.S.(Lo splash è perfino fastidioso!!!)

  22. Ho sempre seguito il blog senza commentare ma quando sento certe cose…
    Il gusto è abbastanza soggettivo ma il design di certo no!!!
    Quoto tutto quello che è stato scritto in questo post!!!

    Faccio notare solo qualcosina:

    1. La maggior parte degli utenti utilizza Compiz o Beryl solo per puro sfizio o per farne mostra agli amici. Questo, di per se stesso, non è un male ma spiega e giustifica molte cose e molti perchè. Ad esempio: molti degli effetti inutili in beryl cominciano ad avere “senso” se utilizzati per fare bella figura all’utonto windows, “iosotutto”, che non conosce nemmeno Linux. Infatti quegli effetti vanno presi solo per giochini e non per altro. Quindi non sarei tanto critico verso gli sviluppatori o gli utenti Beryl, l’importante è che non abbiano le pretese di paragonarsi a Compiz. Beryl, per come strutturato adesso, è un giochino ad alcuni bello da vedere.
    2. Come scritto all’inizio il design non è soggettivo o quantomeno ci sono delle vere e proprie leggi (molti libri su questo argomento) che regolano il tutto. Il mio inutile parere vuole che il desktop sia il più intuitivo possibile e senza troppi fronzoli. I “fronzoli” se li deve scegliere l’utente in seguito secondo le sue esigenze. Compiz in questo, come ha scritto il nostro caro blogger, è ottimo!!! Ha degli effetti utilissimi (non so i nomi -.-, la trasparenza, la possibilità di visionare più finestre di lavoro puntando il puntatore in un angolo del desktop) ed altri inutili ma carini, che, di per se, bastano ed avanzano per fare bella figura con il vicino…

    In conclusione beryl che intenti ha??? Essere ‘na pazziell pe’ criatur??? (un gioco per i bambini?) o vuole aiutare anche avere un’utilità per il desktop??? L’importante è saperlo perchè se è un gioco è inutile paragonarlo con un'”applicazione desktop” seria quale Compiz!!!

    P.S.
    Grande bloggggggg

  23. quote felipe: @Cimi e telperion:
    Confermate entrambi il mio punto #4, per cui anche tutto il resto.

    No no solo il punto 4 , per quanto mi riguarda.
    E comunque ci ho messo meno a configurare Beryl che a disattivare l’IPV6 che non mi faceva navigare, meditate gente… sono ben altri i grandi ostacoli alla diffusione.

  24. Ma baaaaasta! E poi hai anche il coraggio di dire che non è una guerra di religione questa. :-)
    Cmq fino all’altro giorno mi ero tenuto lontano da beryl ascoltando diligentemente il tuo consiglio…poi l’ho provato perché non riuscivo proprio a fare andare compiz su amd64+ATI eee…..Mi sono proprio ricreduto!
    L’effetto lampada di aladino fa schifo sono d’accordo..ma si disabilita con due click…mah…mi sembra che qui si stia sfiorando il ridicolo.
    Provate Beryl! Dategli una chance..poi sarete sempre liberi di tornare indietro

  25. L’ABISSO E’ NELLA OPZIONE “FIX LENTEZZA” E “SYNC TO VBLANK”. LE DIFFERENZE IN TERMINI DI VELOCITÀ NON SONO VISIBILI (Se non con il blur e 40 finestre)

  26. Comunque leggendo tutte queste “minchiate” non costruttive di molti user mi dico: Ma perchè non vi installate il vostro bel compiz non ve lo godete ? A me non piacciono i mille menu di kde ma non vado a rompere le balle a tutto il mondo dicendo che kde è uno schifo e fà cacare, uso gnome e basta. Cosa vi rode dentro che invece di fare pagine e pagine di articoli e commenti su quanto è bello e fico Compiz, vi fà perdere tempo a scrivere articoli e commenti su quanto è brutto quell’altro? Allora è vera l’accusa che queste comunità si basano più sull’odio per qualcosa , piuttosto che su altro? Non so , io non sono abituato a parlar male di altri/o, preferisco promuovere ciò che mi piace ed a ignorare il resto. Poi tutta sta menata sui default settings. Ma caspita questo è GNU/Linux dove la soffisfazione è compilarsi da se Beryl o altro, invece che scaricare i pacchetti, la soddisfazione è smadonnare ore su un config delle balle che non ne vuol sapere, la soddisfazione è applicare la patch che ti fa il menu come OSX, e altre mille stupidate.
    Cavolo se volete tutto pronto tutto figo “accattatevi” un Mac, certo dopo 2 giorni ne avrete le palle piene e vi annoierete, e cercerete il modo di installarci GNU/Linux, per smanettare , e allora? Continuo a non capirvi qui come su altri forum….
    Con affetto.

  27. @sostenitori di Compiz:
    I miei complimenti, a tutti. Ottimo gusto

    @sostenitori di Beryl:

    Se il comportamento predefinito di una app deve essere modificato, allora è un bug.

    Beryl dunque è pieno di bug. Non state facendo altro che confermare quanto scritto nel mio post, tutti i punti uno per uno. Tutti a dirmi che basta cambiare questa o quella opzione, disabilitare questo o quel plugin e disattivare questa o quella caratteristica. Sono tutti bug di Beryl.

    Il fatto che ve ne rendiate conto è già qualcosa! :-)

  28. PER TUTTI QUELLI CHE VOGLIONO BERYL CON I SETTAGGI DI COMPIZ, cioe’ piu’ usabili…

    http://cimi.netsons.org/media/download_gallery/beryl-compiz.Profile

    @ felipe ed altri sfegatati:
    ho quotato telperion perchè dice il vero quando critica chi sparla e basta in modo ripetuto ed asfissiante… ecco i settaggi per beryl, una cosa del genere te la sogni con compiz e il gconf-editor… aprite beryl-settings, fate “import” e caricate quel file… in un battibaleno avrete TUTTO senza dire più “che pizza ci perdi ore etc etc”

  29. @Cimi:

    1) Non c’è bisogno di scrivere in maiuscolo, grazie
    2) Andarmi a recuperare delle impostazioni predefinite “random” che magari poi diverranno obsolete non è un opzione. Ne riparliamo quando quei cambiamenti verranno integrati in Beryl. E ne riparliamo quando verranno corretti anche tutti gli altri malfunzionamenti e il pessimo gusto.
    3) Puoi quotare chi ti pare, pure Herr Ratzinger, leggo cmq ogni commento con attenzione :-)

    Cmq mi sembra un controsenso che tu ed altri sfegatati di Beryl proponiate di ripulire le impostazioni di Beryl da tutta la cacca per farlo somigliare a Compiz: abilita quello, disabilita questo, cambia quest’altro e carica il profilo… maddai :D

    Forse vi è sfuggito, e lo ripeto volentieri: sono le impostazioni predefinite che fanno schifo.

    Ultima cosa: noi sfegatati di Compiz siamo asfissianti perché ripetiamo che Beryl in confronto a Compiz è inutilizzabile? Bene, riportate l’asfissia agli sviluppatori e fate capire loro, come state dicendo a me, che le impostazioni predefinite di Beryl fanno schifo.

    Che il tema predefinito fa schifo…

    Che il plugin Animation fa schifo…

    Che lo splash screen fa schifo…

  30. No no LOL gli sviluppatori falli lavorare al codice.
    A “pettinare le bambole” e a “lucidare le pietre”
    bastiamo noi, inutile far perder tempo ad altri.

  31. A che serve poi un beryl se poi deve assomigliare a Compiz… LOL meglio che rimanga così!!! Magari con qualche altro effetto stramegafantastico, altrimenti non ha ragion d’essere. Magari che funzioni meglio… e su macchine non potentissime…

  32. rimpiazzate semplicemente il contenuto delle finestre con un paio di mammelle enormi con su scritto BERYL, avrete sicuramente l’attenzione (e qualche utente brufoloso in più) :-D

    LOL

  33. questo post mi ha fatto davvero ridere perche’ dopotutto un beryl con gli effetti random per esempio fa schifo anche a me (lo splash ad esempio e’ stato uno dei primi plugin che ho disabilitato), e lo stile con cui scrivi queste tue idee e’ davvero arguto.
    Detto questo volevo solo dire che pero’ molte delle cose sono configurabili e si puo’ ottenere un sistema perfettamente minimalista anche con beryl (io stesso non amo le interfacce grasse o troppo “piene”, e per me il team di tango e’ uno di quelli con piu’ buon gusto).
    Ah volevo inoltre segnalare questo post
    http://forum.beryl-project.org/topic-5438-profiles-for-beryl
    dove alcuni utenti hanno postato le loro configurazioni. Magari a qualcuno puo’ essere utile per un beryl meno invasivo :)

  34. @mordredP:
    Cacchio ma tu e Treviño che avete buon gusto spingete sti ‘mericani ad adottare impostazioni sensate come default! :-)

    A me non interessa che tutta la cacca si possa eliminare. Non ci dovrebbe essere in primo luogo! Le impostazioni predefinite devono essere già impeccabili al primo avvio, e attualmente non ci siamo per niente! Troppo troppo troppo cattivo gusto…

    Poi …sta spuntando fuori che tutti voi sfegatati di Beryl eliminate tutti sti plugin caccolosi per farlo somigliare a Compiz… ma che senso ha allora continuare ad usare Beryl? Le funzionalità sono quasi le stesse: Compiz ha qualcosa in più che con Heliodor si sta cercando di copiare e in ogni caso funziona meglio di Beryl… boh sul serio non capisco.

    Grazie per il commento e per i complimenti, detti da te valgono il doppio

  35. non capisco perchè compiz mi vada tutto a quadrettoni, non riesco a cambiare la grid_resolution. Sembra che il supporto a gconf sia tutto andato compilando da sorgenti

    Qualcuno mi può fare un dump delle config?

    Beryl funziona invece… volevo “provare” compiz ma qui non va niente…

  36. Ce l’ho fatta… il problema era che lanciavo compiz con i plugin “a mano” senza usare gconf… quindi non “leggeva” le opzioni.

  37. @TUTTI QUELLI CHE VOGLIONO UNA TRAY PER COMPIZ.
    Siccome io non ho la tray di compiz, (non so nemmeno se ci sia) ho fatto questo scriptino per usarlo con nvidia, copiatelo in /usr/bin/switch-compiz.sh e dopo chmod +x /usr/bin/switch-compiz.sh. Una volta fatto ciò basta aggiungere il comando ed una bella icona al pannello di gnome!:

    #!/bin/sh
    composite_params=’-c -r3.5 -o.45 -l-5 -t-4′
    if [ `ps -A | grep metacity | wc -l` == “1” ]; then
    killall -9 xcompmgr && killall -9 metacity &&
    compiz –use-cow –replace gconf &
    gtk-window-decorator &
    else
    killall -9 compiz && killall -9 gtk-window-decorator && xcompmgr $composite_params & metacity &
    fi

    Togliete xcompmgr se non volete le ombre con il composite normale.
    Richiede Xorg7.1 altrimenti impazzirete con il composite, in caso togliete le parti di xcompmgr

  38. Cuccatevi sta bomba… settate USE_XCOMPMGR=TRUE se volete le normali trasparenze/ombre di composite

    #!/bin/sh
    USE_XCOMPMGR=FALSE
    composite_params=’-c -r3.5 -o.45 -l-5 -t-4′
    if [ `ps -A | grep metacity | wc -l` == “1” ]; then
    gconftool-2 -s -t int /apps/metacity/general/num_workspaces 1 &
    sleep 0.5
    if [ “$USE_XCOMPMGR” = “TRUE” ]; then
    killall -9 xcompmgr &
    fi
    killall -9 metacity &&
    compiz –use-cow –replace gconf &
    gtk-window-decorator &
    else
    killall -9 compiz && killall -9 gtk-window-decorator && gconftool-2 -s -t int /apps/metacity/general/num_workspaces 4 &&
    if [ “$USE_XCOMPMGR” = “TRUE” ]; then
    xcompmgr $composite_params &
    fi
    metacity &
    fi

  39. felipe… una domanda senza cattiveria… hai mai esposto le tue considerazioni sulle impostazioni default di beryl nel loro forum ? Altrimenti rimane valido il commento #3, quello di Pacchiano.

  40. @Daniele:
    Ci sono sviluppatori e utenti della comunità di Beryl che leggono questo forum abitualmente

    Alcuni (Treviño, mordredP) contribuiscono anche attivamente, e li ringrazio sentitamente :*

  41. io ti dico solo una cosa.. se nn ti piace nn usarlo.. nessuno ti obbliga a farlo.. scondo me non hai il diritto di criticare il lavoro di queste persone (fatto GRATUITAMENTE) solo perchè non ti piace.. magari c’è qualcuno a cui piace e che apprezzano il loro lavoro..
    non prenderla come una sfida o un offesa.. voleva solo essere una critica costruttiva..
    ciao ciao!

  42. certo certo.. tu puoi scrivere tutto quello che ne hai volgia.. certo
    ma secondo me tu hai dato un giudizio troppo soggettivo a beryl.. ti assicuro che c’è molta gente che lo considera di gran lunga superiore a compiz.. leggendo il tuo articolo sembrava quasi che sarebbe stato meglio se beryl non esistesse tanto fa schifo (secondo te).. e questo non è affatto giusto visto tutto il lavoro degli sviluppatori.. che alla fine hanno ottenuto un ottimo prodotto molto più configurabile di compiz, secondo me..
    ti ripeto se ti fa schifo non usarlo.. non ti obbliga nessuno.. è come quando accenni alle icone stile mac o vista.. se ti fanno schifo non usarle.. ma di certo ci sarà qualcuno che apprezzerà il lavoro di ci le ha fatte.. la bellezza è soggettiva e tu non puoi decidere che se una cosa non ti piace chi l’ha fatta non ha il senso del gusto.. magari su mille persone fa schifo solo a te.. dopo chi è che non ha il senso del guso??

    p.s. ripeto di non prenderla come una sfida.. sto solo cercando di fare un po di dibattito!!

    ciao!!

  43. io trovo le tue giustificazioni sulla bruttezza di beryl assolutamente personali e prive di alcun fondamento..vero le impostazioni di default fanno un pò pena…ma si possono cambiare il tema è sceglibile, lo splash disattivabile l’effetto di minimizzazione anch’esso sceglibile dall’elenco di quelli disponibili etc…insomma è perfettamente personabilizzabile secondo le proprie esigenze. é vero compiz è molto più leggero perchè ha 1/3 dei plugins e degli effetti, basta disattivarli o decidere da riga di comando in avvio quali far caricare a beryl (facendolo partire con beryl -opzioni e non con beryl-manager ) la decorazione delle finestre se non ti piace puoi benissimo usare gnome-window-decorator (che oltretutto NON è customizzabile) oppure se usi kde puoi usare aquamarine che si interfaccia con tutti gli stili di kde oppure il nuovo metacity (che ti obbliga ad avere Gnome 2.16 installato e di conseguensa l’inutile e pensate Tango che usa tecnologia .net che è lentissima perchè interpretata e non compilata). Insomma le tue motivazioni sono del tutto personali e la cosa ci può anche stare infatti degustibus non disputandum est..ma da li ad andare a dire che e cito testuale “Disclaimer al contrario: quanto segue non sono mie opinioni personali, ma fatti oggettivi e inconfutabili per chiunque dotato di buon gusto (e grazie a Madre Natura siamo in numero abbastanza alto qui dentro)” perchè è un facile lavarsene le mani !! Come si suol dire non è bello ciò che è bello ma è bello cio che piace

  44. @Tera:
    Dici che le mie sono solo opinioni personali e prive di fondamento… ma poi concordi su tutto :D

    Complimenti per il buon gusto, ma esercitati di più sulla coerenza ;-)

  45. Avevo installato beryl su kubuntu: per ben due volte mi sono ritrovato l’xorg.conf con un’unica risoluzione disponibile ->640×480.
    Forse erano problemi miei o forse no ma pensare che qualche software “esteticamente” utile mi modifichi i file di configurazione così senza chiedere mi dà fastidio!
    Se volevo un sistema che fa quel che vuole lui allora continuavo ad usare XP!

    Compiz gira e riesco a giocare pure a Wolfestein: essenziale e funzionale.

  46. @felipe
    attenzione..non ho detto che le opinioni fossero sbagliate, ma che darle come “questo è il buon gusto” fosse eccessivo e fuori luogo..tutto qui :D

  47. Diciamo che o hai usato poco beryl, o hai iniziato con compiz e poi hai provato beryl.
    Questi post servono solamente a flammare.
    Potevi farne uno “Mandriva vs. Ubuntu” e avevi ancor più successo.
    Io uso beryl, mi va bene, lo splash screen non lo vedo (SI PUO’ DISATTIVARE), nn mi crasha, e va perfettamente. In più con lui ho convinto molte persone a passare a linux.
    Dai, aspetto il prossimo articolo: “Atomix vs Nibbles, due mostri a confronto”
    Ridicolo.

  48. @Chalda: Anch’io uso Beryl e mi piace, ma ce ne vuole per definire “ridicolo” il parere di felipe, che muove critiche sulla base dei suoi personali criteri, che non mi sembrano poi così tanto fuori dal mondo.

    Come detto altrove non solo da me, questo è il blog di felipe, e può scrivere quello che gli pare quanto e come gli pare: se poi i visitatori non sanno distinguere un blog da un forum è un altro discorso.

  49. haahah ho riso per 3/4 del post…grande!sono d’accordo!…e ho superato relativamente da poco i 13 anni

  50. Devo dare una nota di merito a compiz, che per ora è l’unico che varia le animazioni del cubo a seconda di quanti workspace imposti. Per il resto sono un felice utente di Beryl, e lo uso su una macchina piuttosto obsoleta e non vedo alcun rallentamento..
    Per quanto riguarda le animazioni posso essere d’accordo con felipe, troppo pacchiane ed invasive, anche se dal tuo post sembra che tu voglia esaltare compiz e ridicolizzare beryl… non sono mai stato d’accordo con le guerre di religione.

  51. compiz… LENTO !!! mal calibrato, ancora indietro con ideologie passate….

    Beryl, VELOCE !!! Ben Calibrato, Avanti Con Ideologie Futuriste….

    Insomma la bella Beryl o il brutto compiz ??

    Direi Beryl !!!!!!

  52. Non mi piace per niente come hai impostato la cosa. Insomma sul tuo blog puoi scriver quello che ti pare, ma non imporlo come verità!
    Io uso Beryl e lo trovo molto bello, inoltre molte delle cose che hai scritto (tipo lo splash) si possono disabilitare.

  53. Ciao a tutti, è la prima volta che scrivo ma volevo solo dire che il mondo è bello perché vario…
    Detto questo vorrei passare alle considerazioni personali:
    1) Probabilmente quando uscì la FIAT Duna qualcuno la trovò “interessante”
    2) L’utente medio di Linux sa la differenza tra affidabilità e aspetto grafico (io ho due HD uno con Ubuntu “base” e uno con Ubuntu “sminchiato”)
    3) Per installare Beryl ho passato diverse ore per risolvere alcuni problemi… imparando

    Grazie per l’attenzione, per lo “stimolo mentale” e per l’ottimo Blog

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...