KDE4: ecco tutte le app che avrà

Chiunque usi KDE3 sa benissimo che in una installazione standard predefinita di KDE, ossia così come prelevata da ftp.kde.org e compilata… c’è una montagna di software “inutile” perché ridondante, e funzionalità ripetute dapper-tutto.

L’inutile ed esagerata abbondanza di app è uno dei motivi per cui mi sono allontanato da KDE e non nascondo che non riuscirei nemmeno a provarelo nuovamente sapendo che ci sono almeno SEI app diverse per suonare musica installate con kdemultimedia!

konqi.jpg

Beh in KDE4 la storia dovrebbe cambiare! Nell’immensa e iperattiva comunità di KDE sono tutti al lavoro per definire tutti i modi in cui le decine e decine di app possano essere razionalizzate e soprattutto ridotte di numero pur mantenendo le stessissime funzionalità. Avviso tutti che queste non sono decisioni irrevocabili, ma piuttosto il “punto della situazione” di cosa si è deciso fino ad ora:

Multimedia

Qui c’è veramente da mettersi le mani nei capelli… Verrà probabilmente adottato qualcosa come un player universale in stile Amarok/Kaffeine, per sostituire la giungla attuale composta da Noatun/KsCD/Kaboodle/JuK/KAudioCreator/KMid/ecc…

La discussione è ancora attiva sulla decisione di includere le funzionalià Audio e Video in un solo player o se dividere i due compiti in due app differenti.

Visori di Documenti

L’ipotesi più attendibile è quella di usare un’app generica per tutti i tipi di documenti “da leggere”, e in questo caso si fa avanti Okular, che sarebbe candidato a rimpiazzare KPDF/KGhostview/KFax/KFaxview/KDVI/ecc per garantire un’unica razionale interfaccia per leggere documenti.

Visori di Immagini

Al posto di Digikam/Gwenview/Kuickshow/Kview/Konqueror e chi più ne ha più ne metta… c’è chi ha proposto di usare ancora Okularpersonalmente non condivido – oppure ci sono state proposte più sensate come quella di tenere un semplice e velocissimo visore, come Kuickshow, e un più completo e articolato software per catalogare foto, immagini e simili, come ad esempio Digikam.

Connettività e Internet

Le proposte prevedibili sono state di usare Konversation come client IRC, Kopete come Instant Messaging (anche se ha qualche limitazione ad esempio per il protocollo MSN) ed eliminare tutte le utilità di configurazione e gestione do ogni tipo di connessione, in favore di un’unica app: Knetworkmanager.

Io mi sarei spinto un po’ oltre e avrei proposto di usare un’unica app per IRC e tutti i vari protocolli di IM. Kopete non ha un plugin per IRC?

Editor di testo

Al momento KDE ha il semplicissimo KEdit, il semplice KWrite e il supercomplesso Kate. Ovviamente si parla di semplificare, o al massimo tenerne solo due: uno ultraveloce e scarno, l’altro più pesante ma completo di caratteristiche avanzate.

Io mi sarei spinto anche qui più oltre, nascondendo in qualche modo l’editor “semplice” e magari incorporando solo nel visore di documenti, in qualche modo. Una specie di pulsante “Modifica” nel visore.

Preferenze di KDE

Beh ovviamente un coro di pareri discordi sulle sorti di Kcontrol. Probabilmente verrà semplificato sul modello di Guidance, oppure potrebbe essere integrato in un kio-slave tipo “systemconfig://” per Konqueror.

Probabilmente Kpersonalizer (chi se lo ricorda?) verrà eliminato.

konqi-logo.png

Conclusioni

Queste sono le novità più succose… Beh che dire? Finalmente qualche idea pratica e facilmente rapportabile alla realtà per questo fantomatico KDE4. Devo dire che le idee sono niente male! Se volete approfondire vi consiglio di andare sul wiki di KDE

30 pensieri su “KDE4: ecco tutte le app che avrà

  1. non vorrei essere nei panni di chi deve riorganizzare un colosso come kde. io so solo che non vedo l ora di averlo nel mio pc :) anche se ultimamente mi sono un po troppo gnomizzato, e ora che sono entrato nella sua filosofia non ho piu voglia di lasciarlo!

  2. Io abbandonai kde per lo stesso motivo! Troppi programmi per fare le stesse cose e soprattutto ripetute più volte nel menu!
    Aggiungo anche il motivo delle troppe k. Mi sembra quelli ke skrivono kosì… e mi danno sui nervi! :-)
    Motivi futili per molti (tutti quelli che usano kde probabilmente) ma io non sopporto vedere quelle cose! Lo so, sono insofferente…

    Poi vedendo le differenze abissali tra ubuntu e kubuntu… bè la scelta è d’obbligo!
    Spero in kde4 e in un kubuntu migliore, così potrò scegliere anche il desktop manager che preferisco.

    Ciao

  3. @felipe
    uhm non sono d’ accordo con te su un paio di aspetti, ma c’è da dire che si parla di un “DE” ed ognuno lo vorrebbe personalizzato secondo le proprie idee!
    Come sulla scelta di “kopete”, hai già accennato ai problemi con il protocollo di msn, aggiungo ..usarlo su irc è come farsi fare un clistere, so che stai usando “Gaim” per msn e irc, e che forse ti stai trovando bene, ma i 12MB di konversation non danno fastidio, kvirc(lo cito perché viene preso in considerazione sul wiki) invece darebbe fastidio assai su una installazine “base”, e poi la sua pesantezza “grafica” è famosa, la presenza di “ksirc” non la capisco, a quel punto sarebbe auspicabile migliorare “kopete” sul protocollo IRC.
    Ancora networking, che finalmente integrino anche kbluetoothd(!?!?!), lo trovo utilissimo e funzionale, perché non tutte le distro lo hanno nei repo(va sottolineato che richiede obex e bluez nelle dipendeze, quindi capisco le motivazioni che lo terranno lontano da KDE4).
    Visore immagini e documenti …. puff! Bo, quando ce ne è uno per le immagini, per quelle che sono le mie esigenze, mi basta e avanza, se poi da la possibilità di leggere anche i pdf ..tanto meglio, non concordo sulla possibilità che “Okular” debba fare anche da editor basico.
    Il player audio/video ..Boooo! Spero in qualcosa di davvero leggero, “amaprot” di default lo troverei esagerato.
    Sezione “Misc” citata nell’articolo che hai lincato, qui davvero una bella pulizia non farebbe male(e pare che sarà fatta), per non parlare della sezione “Games”(per non parlare della sezione “Accessori”), che trovo un fardello inutile, mettessero 3 giochini come sui cellulari e il resto, se uno lo vuole, se lo installa con calma.
    Sezione “RSS”, credo vada bene così.
    Sezione “Grafica”, “kooka” utilissimo, avrei gradito la presenza di krita, ma visto che è integrato in koffice(mi pare di ricordare così) meglio non proporlo affatto :D
    Sezione “Editor”, su gnome “lolpad” lo odio, non so perché, “kedit” lo trovo migliore(o forse, solo più simpatico) quindi mi sta bene, per quello avanzato non so che dire(uso VIM), sicuramente uno dei tre deve “andarsene”..TRE editor nel DE base sono davvero troppi!!!
    Ribadisco che sono osservazioni personali!

    -viger

  4. Io posso dire solo una cosa: “KDE sucks!”, alla faccia di Linus Torvalds che non capisce una mazza di usabilità del software. Quelli di KDE hanno a disposizione delle librerie davvero potenti e moderne (parlo sia delle QT4 sia delle kdelibs che loro stessi ci hanno costruito sopra), ma devono avere qualche topo morto che fa da team leader nella sezione HCI del progetto. KDE non si può usare, è un casino (tranne per gli utenti Windows per i quali ci ha già pensato Microsoft a deviarli mentalmente con l’assurda complessità di Win). A parte le 200 miliardi di applicazioni che ti trovi davanti (e ti mettono in crisi per saperre che diavolo devi aprire per vederti un film), hanno dei menu incasinati e troppo ricchi di voci, 200 opzioni/preferenze per applicazioni, un’integrazione tra applicazioni/funzionalità così profonda che a volte finisce per rendere il risultato meno usabile del normale. Un pannello di controllo che mi sembra Via Toledo la domenica mattina, che ti permette di customizzare e configurare l’impossibile tranne quello che stai cercando. Dulcis in fundo, la maggioranza dei temi sono troppo barocchi. L’unica cosa che amo di KDE è Konqueror, o meglio parecchie delle idee che hanno avuto, come:

    1. il plugin che ti permette di navigare un CD audio vedendo le cartelle “mp3”, “ogg”, “wav”, così da permetterti un accesso trasparente al contenuto del CD secondo il formato che più ti aggrada, senza star lì dietro a CD-ripper, etc.

    2. il fatto che incollando un testo (o altro) in una zona di konqueror (o del desktop) ti chiede di creare un file ex novo

    3. altre, che non dico se no faccio un comment che equivale a un post e faccio concorrenza a felipe sul suo stesso blog!! :D

    Per concludere W Gnome, W l’HCI seria. Alla prox.

  5. @luzzo
    come saprai, i capoccia si *’mbu..ntu* non hanno dato molta attenzione all’integrazione di KDE con l’OS, fino ad ora tali attenzioni se le è aggiudicate lo gnomo(vedi Mono/SuseWin/Novell/Soldi), ma pare che le cose cambieranno.. verrà data maggiore attenzione a kubuntu, per il futuro… vedremo.
    Per le altre distro il problema non si pone, come nel mio caso, resta un DE(fra i tanti DE e WM da poter scegliere), ma capisco i tuoi disappunti, in minima parte.

    -viger

  6. @nutlellol & luzzo:
    Ci è successa la stessissima cosa infatti. Prima di Ubuntu Warty (GNOME 2.8) non potevo sopportare l’assenza di funzionalità di GNOME, adesso penso che KDE sta continuando a perdere un numero esagerato di utenti che migrano verso l’altro DE

    @viger:
    Beh sì non sono poi punti di vista così differenti, potrei trovarmi a mio agio anche col DE descritto da te :)

    @Nemo:
    “kde sucks” non mi sembra una frase degna del resto del commento, che a parte l’inizio trovo condivisibile

  7. Devo essere uno dei pochi passati da Gnome a KDE :) . E’ vero che su KDE ci sono troppe applicazioni che fanno le stesse cose e che dovrebbe essere alleggerito pero’ alla fine le applicazioni che non mi piacciono (tutti i player io preferisco Amarok + Mplayer per esempio) le elimino dalla mia Deb. Penso comunque che per KDE rimane un po’ dell’antipatia che deriva dai tempi in cui le librerie non erano GPL.

  8. @felipe: è un’esagerazione tipica del mio modo di essere. Esprime il mio dispiacere nel vedere un potenziale enorme non sfruttato come si potrebbe (IMHO, ovviamente).

  9. uso KDE, amo KDE e dei commenti offensivi altrui non ci bado… in fondo il mondo che gira intorno a GNU/Linux mi ha insegnato a scegliere ciò che voglio e a rispettare le scelte altrui…
    io

  10. @Gianmario: no anche io sono passato da gnome a kde :)

    poi mi vengono a parlare che kcontrol e’ compilcato quando di la c’e’ gconf-edtior… OMFG gconf-editor no mica regedit eh

    kde ha troppi programmi e’ vero ma kubuntu per dire mica te li installa tutti io ho solo le cose essenziali
    vedremo cosa succedera’ su kde4
    cmq io rimango dell’idea che e’ tutto uno spreco di risorse kde e gnome dovrebbero essere unificati non so come ma dovrebbero
    non se ne puo’ +
    ci sono almeno 2 programmi in linux che fanno la stessa cosa
    dai eh

  11. No, kate non si tocca :D
    È troppo bbbello! :P

    In effetti io un po’ di doppioni ce l’ho, ma alla fine… Beh diciamo che mi piace cambiare ed usare le cose in base al tipo di lavoro che devo fare, quindi non mi dispiace avere anche più di un’applicazione per ciascuna operazione…

  12. Maremma… Sono in attesa da mesi (anni? :D)…

    Ma felipe, riguardo il tuo rapporto con KDE non lo capisco troppo :P; nel senso… Lo ritieni più potente e parli tanto di KDE4 ma usi gnome…. Mi chiedo, per caso sei anche te in trepida attesa di questo nuovo gioiellino (?) per “ri-switchare”? :)

  13. Io ho usato KDE per diversi mesi, ma ora sono tornato a GNOME, e devo dire che mi trovo meglio con quest’ultimo. KDE mi sembra che stia cadendo sempre più in basso: è vero che in ogni release fixano un sacco di bug, ma è anche vero che c’è ne creano altri di continuo! Una volta non parte lo screensaver, un’altra spariscono le mappature della tastiera, un’altra ancora spariscono voci dal menù… ma cribbio, come le testano le nuove versioni??
    Però ammetto, sono curioso di vedere come sarà KDE4: promette proprio bene.
    Comunque se Mono dovesse entrare (troppo?) in GNOME – ma speriamo di no! -, credo che l’alternativa, per quel che mi riguarda, sia XFCE: look simile ma libero da Mono. Però bisogna sempre vedere come sarà KDE4.

  14. @Treviño:
    Beh se le aspettative non saranno deluse potrei benissimo tornare a KDE4, ma è veramente un’impresa mantenere tutte le aspettative che hanno creato attorno a KDE4 :-)

    Detto questo: la mia opinione è sempre stata che KDE è un progetto grandioso e che ha solo bisogno di taaaanto marketing (non solo nel senso di pubblicità, ma anche studio del “mercato”)

  15. Io francamente più legg commenti come molti qui epiù resto scioccato.

    Non so quanti nni avete, ma non capisco tutto questa animosità, questo tifo etc etc.

    C’è Gnome e c’è Kde…ed anche altro. Bene chi preferisce gnome può anche usare gnome senza incivilmente dare del deficente a chi usa kde .. o windows.

    Personalmente concordo con l’odio per la molteplicità delle app, ma non lo trovo un motivo per non usare kde, si può anche non instalklare tutto no?

    io ho usato sia gnome che kde, xfce e cde e pochissimo enlightment e fluxbox. Che vi devo dire, kde rimane quello con cui mi trovo meglio.

    Merito una multa?
    forse sono troppo poco intelligente…

  16. Ho voluto dare un’altra chance a kde a distanza di tempo installando kubuntu. Devo dire che mi sorpreso piacevolmente! Non sono più installati di default 10000 programmi, il colore violetto gay mi piace tantissimo e sembra che questo kde stia molto bene insieme ad ubuntu! Ho notato grandissimi passi in avanti rispetto a kubuntu breezy (l’ultimo che avevo provato per 10 minuti prima di esserne schifato). Lo uso qualche giorno per scoprirlo un po’ più in profondità, ma promette bene! Chi l’avrebbe mai detto… :-)

  17. uso linux molto raramente comunque:
    * in windows uso il winamp 2.80 per gli mp3 e il vanbasco per i midi;
    * il notepad per i txt e il word per i doc, il write l’ho abbandonato;

    in sintesi non credo che sarebbe bello unificare tutto, odio i programmi astronave; meglio avere libertà di scelta, al max (non so se c’è già) dal pannello di controllo si tolgono i software inutili.

  18. Beh … io sono passato a kde da quando uso Gentoo … per una semplice ragione, che è anche l’uovo di colombo.
    Gentoo ha deciso di mantenere i pacchetti di Kde come “Split Ebuilds” … quindi si può partire da un DE vuoto, con le dipendenze minime, e aggiungere una applicazione per volta.
    D’altronde il bisogno di avere un sistema operativo vuoto da costruire in modo assolutamente personale … è stata la ragione per cui m sono rivolto a gentoo.

  19. Sono d’accordo, avere un KDE con funzionalita’ minime, da personalizzare a piacimento, e’ un’ottima idea. Se poi si arriva a qualcosa di veloce, leggero per il processore, e gradevole, anche meglio.
    Ormai mi sono abituato a gnome, ma prima usavo KDE, sono passato a gnome perche’ KDE mangiava troppa ram solo per poche applicazioni, ed era infinitamente piu’ lento.
    Se kde4 fosse veloce quanto gnome, e mangiasse tanta ram quanto gnome, tornerei ad usarlo, anche se gnome con compiz e’ davvero bello, devo dire che quando c’e’ da fare impostazioni un po’ meno usuali, devo andare a leggere qualche guida ed editare files di testo, o via Gconf, che proprio un modello di immediatezza non e’.
    Quello che mi piacerebbe e’ un’ottima modularita’ che potrebbe permettere di usare applicazioni gnome su kde, senza che abbiano l’aspetto di pizze spiaccicate sul monitor.

  20. @ Agostino

    KDE occupa meno RAM di gnome..

    Questo giusto per spezzare la cattiva informazione che circola ;-)

  21. I like what you guys are usually up too.
    This kind of clever work and coverage! Keep up the very good works guys I’ve incorporated you guys to our blogroll.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...