Ecco il nuovo logo di Compiz

Stavolta ho sbagliato in pieno :D Avevo tifato apertamente per il logo delle tre-frecce-che-formano-un-cubo, come evidenziato in questo post, ma alla fine ha vinto questo qui, disegnato da “some1else”:

compiz_final_v.png

Beh, che dire… il nuovo logo scelto dalla comunità è molto pulito e semplice. Ma mi lascia un po’ freddo :/ Ecco i risultati:

Logo				%	[ voti ]
KRZYzaK - Three Arrows		18%	[ 11 ]
vdepizzol - Tango Logo		28%	[ 17 ]
some1else - User Interface	53%	[ 32 ]

29 pensieri su “Ecco il nuovo logo di Compiz

  1. il font è azzeccatissimo, probabilmente l’hanno scelto a caso!
    e il cubo! fantastico! la stessa tonalità di blu in entrambe le faccie
    vivono in un mondo senza luce!
    e quel bellissimo riflesso eye candy alla osx fatto decisamente male che probabilmente non è nemmeno chiaro siccome la freccia lo copre per metà, davvero impressionante!
    un lavoro ECCELLENTE!!!
    sono sbalordito

  2. Devo dire che all’inizio non mi piaceva tanto. Poi le successive modifiche l’hanno migliorato.
    E’ semplice e ha stile, sempre meglio della bolla sbrillucicosa che impatta sul desktop.

    Peccato per le tre frecce, con qualche accorgimento avrebbe potuto competere più efficacemente, magari senza avere i colori di ubuntu :D

  3. Mah.. Non mi dice molto..

    Non che i restanti fossero entusiasmanti..

    Io ho votato il Tango-Style, più per una certa “coerenza” stilistica che altro..

  4. secondo me è orrendo…ho votato le tre frecce,ma nn mi resta che adeguarmi…è la democrazia…

  5. Io l’ho strasupervotato. :) Scherzi a parte l’ho trovato essere avanti un bel pezzo rispetto agli altri e per diversi motivi, non solamente “di gusto”.

    1) Prima di tutto questo logo è l’unico nel concorso ad essere veramente “qualcosa di unico”, se per esempio prendiamo il secondo logo più votato ovvero “tango” logo di vdepizzol, ci accorgiamo che in realtà si tratta di un’icona tango con una palla bianca in mezzo e degli effetti “glow” veramente inappropriati in un logo, che dovrebber rimanere quanto più schematico possibile, poichè è dalla semplicità che proviene la forza dei loghi più riusciti: pensate ai loghi delle automobili, piu semplici sono, maggiore forza comunicano.
    Three Arrows era un ottimo logo è sempre stato la mia seconda scelta, anche se devo dire che l’ultima versione del cubo era veramente niente male. Il motivo per cui non ho sostenuto Three Arrows è dovuto al fatto che esistono già innumerevoli loghi che utilizzano le tre frecce a forma di cubo, per cui il logo avrebbe perso di potenza, diventando banale. Inoltre ricordava troppo il logo di ubuntu e compiz non è fatto solo per ubuntu.

    2) Questo logo è “veramente un logo”: Immaginatevi il logo “Tango logo” in bianco e nero…. vomitevole no? Un logo deve prestarsi il più possibile ad utilizzi diversi, sia come icona che come logotipo per la stampa o per l’utilizzo su materiale digitale come pagine web e simili. “Tango logo” era sicuramente una buona icona, ma per niente adatta come logo. Il logo di some1else è stato progettato per essere pulito, riconoscibile e usato in tutti i contesti che lo richiedono. Per questo è una spanna sopra gli altri. Three Arrows sicuramente ben si adattava ad un utilizzo in vari contesti per cui per quanto riguarda il criterio dell’adattabilità e dell’appropriatezza l’ho sempre visto allo stesso livello del logo prescelto. (come ho già spiegato non l’ho votato perchè non proprio “originale”)

    3) Il logo di some1else trasmette in modo efficace i valori di un progetto come compiz che può essere facilmente frainteso e “parificato” a beryl. Trovo che il valore primario di compiz rispetto ad altri progetti simili, sia quello di includere un particolare tipo di effetti e di plugin, privilegiando quelli che offrono funzionalità che contribuiscono a migliorare l’uso del desktop, rifinendo l’uso di questi ultimi a scapito in alcuni casi, di effetti puramente estetici e di stampo “pacchiano” come purtroppo se ne vedono in beryl. Ecco quindi il valore della “pulizia”, che il logo di some1else ritrae con una forma geometrica “pulita” e di un fresco azzurro con effetto glossy, lucido, quindi pulito. Sul lato frontale della forma il simbolo di un puntatore, da sempre presente sulle interfacce grafiche, e che rappresenta dunque un legame con la tradizione, enfatizzando come compiz non cerchi di rivoluzionare il mondo ma di portarlo in una nuova era tridimensionale, senza stravolgere il funzionamento a cui siamo abituati (come invece fanno progetti come looking glass) ma estendendone le possibilità.

    Quindi: unicità e riconoscibilità + adattabilità ed uso in diversi contesti + messaggio e trasmissione di valori coerente con la visione di compiz == some1else 4 president

  6. mah…per me un logo vale l’altro basta che funzioni il “prodotto” (e a me compiz 0.3.6 funziona male).

    Ma ogni quanto cambiano il logo?

  7. …:(…ma perchè!!!…ma cos’è quel coso?!…
    …sembra un tipico pacchetto installer .exe di windows…manca il cd davanti…

    …un logo dovrebbe essere una cosa che richiami subito l’utente all’oggetto in questione…il simbolo di beryl è riconoscibilissimo…questo invece non richiama proprio niente…

    …va bé non sarà per questo che passerò a Beryl…;)….

  8. a me il tre frecce non piace nemmeno un po’… troppo “piatto” per rappresentare compiz. quello che ha vinto invece è molto ma molto bello.

  9. Per me questo logo è VERAMENTE brutto. Sembra un’icona crystal vecchio stile. A me non dispiaceva la stella arancione a quattro punte con le otto gocce intorno… insomma il simbolino che ho ora per la compiz-tray-icon.

  10. buh, a me piace. è immediatamente riconoscibile, presenta solo 3 elementi caratteristici (cubo, freccia, effettino glossy) e gli elementi che si ricordano in un logo sono appunto 3, dice tutto ciò che secondo me si dovrebbe dire su compiz (3d, semplice, piacevole)… insomma, mi piace molto.

    il logo con le tre freccie non era male ma – lovecraft a parte – pochi ci avrebbero visto un cubo, senza didascalia. e poi, insomma, un logo 2d per una cosa *così* 3d nun mi sembrava una genialata. anche lo spingere tanto sulle varianti di colore non è stata una splendida idea, IMHO: un logo deve essere riconoscibile, e facilmente memorizzabile. insomma, se tux fosse a turno il logo che tutti consociamo, la foto di un pinguino allo zoo ed un pinguino fatto con blender mi sa che ogni volta che lo vedremo avremmo qualche minuto di tentennamento prima di capire di cosa si tratti.

  11. Anche a me piaceva questo, infatti per questo ho votato ;)
    Lo trovo semplice, non troppo diciamo appariscente, pulito, insomma ben fatto.
    Ma lo troveremo già dalla prossima release?

  12. @sofisma: hai centrato il punto: questo logo è utilizzabile in qualsiasi contesto e sta bene sia su KDE che su GNOME (vedi gli screenshot qui sotto).

    @francesco: è vero il logo di beryl è molto riconoscibile, ma non credo che lo sia di più di questo logo che è veramente ben progettato e pensato.

    Se volete capire meglio la nascita di questo logo ed immaginarvelo anche in contesti diversi da quello di un icona, some1else ha pubblicato sul forum di compiz un thread dove spiega e illustra i vari stadi di creazione del logo, FONT INCLUSO (si, non è un font standard, l’ha creato lui abbinando diversi altri caratteri): potete consultare il thread QUI: http://forum.go-compiz.org/viewtopic.php?p=1839
    Il thread dimostra anche come questo logo sia tutt’altro che realizzato “al volo”, anche se l’output finale risulta semplice, fresco e pulito.

    Comunque, giusto per chi non riesce ad immaginarselo in compiz, con un po’ di strusi l’ho “provato” sulla mia installazione di compiz.
    Eccovi alcuni screenshot: http://marco.boneff.ch/blog/wp-content/uploads/2007/01/some1else.png

  13. io avrei aggiunto al puntatore del mouse qualche effetto che lo mettesse in rilievo, che gli desse spessore.
    E’ troppo appiccicato al parallelepipedo, troppo piatto.

  14. Il migliore dei 3 proposti IMO. Però come già detto potevano usare meglio la luce per rendere meglio l’idea di tridimensionalità.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...