Confermate le date di rilascio di KDE4

Qualche giorno fa vi avevo già anticipato questa decisione, che non era stata ancora ufficialmente presa, nel post “KDE4: forse una prima data sicura per il rilascio…“.

kde4.png

In quella occasione si era sollevata una inutile mini-polemica sulla fondatezza di quello che avevo scritto, beh sono cose che possono capitare quando ci sono di mezzo forti passioni :) Adesso che quella segnalazione è stata ufficialmente confermata spero però che le cose siano più chiare per tutti e si pensi al futuro.

Come sempre, valgono le stesse regole per ogni rilascio, queste sono le date fissate, nessuno di noi chiederà indietro i soldi se non saranno rispettate, ma stavolta noterete che ho eliminato il “forse” da titolo ;)

Complimenti e auguri al team di KDE, ci sono delle aspettative altissime su questo ciclo di rilasci!

33 pensieri su “Confermate le date di rilascio di KDE4

  1. Felipe mi togli una curiosità?
    Supponiamo che KDE 4 esca e sia più razionale e supponiamo anche che il potenziale della nuova struttura Phonon & co. lo renda veramente un desktop manager più solido di quello che già è, tu passeresti a KDE 4?

    Forse ti hanno già fatto questa domanda, però ci ho pensato un paio di volte perché anche io, in forma minore, sarei più propenso a usare KDE, ma sto usando Gnome per quelli che sono bene o male i tuoi stessi motivi.
    La curiosità nasce dalla sensazione che mi lasciano tutte queste news su KDE 4 è che quando verrà fuori sarà veramente qualcosa di superiore… e sottolineo:”Sensazione”.

  2. ottobre e’ anche piu’ o meno il periodo per il rilascio della nuova versione di (k)ubuntu… avremo KDE4 gia’ da subito nella 7.10?

  3. mi prudono già le mani….

    Vai Aseigo! Stavolta è la volta buona che mi innamoro sul serio di KDE!

  4. @hronir
    spero che la 7.10 _non_ proponga kde4 perchè sarebbe un suicidio.. kde4 non sarà veramente stabile e usabile almeno fino al 4.1 (che dovrebbe uscire in tempo per la 8.04).
    Condiderando anche che fino ad ora le applicazioni che sono state portate al nuovo framework non sono tantissime kde 4.0 sarà un pò smunto…. ma cmq ottimo per provare le nuove tecnologie e riempire i bug report dei kde devs

  5. A me non sembra ragionevole imho, i tempi sono cambiati, che si debbano riempire i bug reports ben venga.. Spero che si voglia prender atto della nouveau funzione “desktop” di linux… Più integrazione, maggior pulizia, perchè no.. più funzioni (KDE rulez) ma cavolo : spingiamo sull’accelleratore

  6. @nexus
    si spinge sull’accelleratore quando sai che puoi frenare…
    quando (open?)suse passo dalla 9.3 alla 10.0 spinse sull’accelleratore e introdusse zen e carpet (mono?!?) per la gestione dei repository… fu un massacro… forse le cose vanno meglio con la 10.2 ma non lo so visto che non ho installato neanche la 10.1 (sono passato a ubuntu mentre loro sono passati a ms…)

  7. @tutti:
    KDE4 sarà installabile in Feisty, anzi lo è già adesso, come accennavo nell’altro post. Questo però non significa che _sostituirà_ KDE3.

    Si potrà scegliere la sessione da avviare, fermo restando che KDE4 resta al momento una specie di “anteprima per sviluppatori” e non è destinato ad un pubblico “normale”

    Come vedete, avete tutti ragione :)

  8. @iencosaracino

    Parlo di cose diverse ;-) penso che non si faccia fatica a capirlo, la vicenda di mono beh… E’ parte del bagaglio culturale.
    Quando dico spingere dico spingere sulle innovazioni, KDE attualmente vede la sua summa in Knoppix dove, perfino uno come me, non fa fatica a perdersi… (iperLoL)

    Io dico, viste le premesse di KDE4, di spingere sulla pulizia e la riorganizzazione e sulla innovazione, approposito dell’ultima cosa ci tengo a citare :
    1)KDE4 utilizzerà in modo massiccio immagini in formato SVG al posto delle vetuste immagini non scalabili attualmente utilizzate.
    2)KDE4 vedrà l’abbandono di DCOP in favore di D-BUS, il sistema di comunicazione tra processi già utilizzato da gnome.
    3)Porting delle QT 4.2 su altre piattaforme…

    Forse sul punto 3 tu arricci il naso e paventi la vicenda mono, io la vedo in modo diverso, quando i winzozzi vedranno K3B o Ktorrent tanto per citare… ma cavolo ;-)

    Per me si deve accellerare l’integrazione al desktop 3d, agli effetti.. Widgets? Opera ne ha più di 1030… Effetti curiosi tipo filmati sullo sfondo? Ma Vlc non lo fa da sempre? Forse mancano strumenti “grossi” e di facile reperibilità per l’utonto, una volta creati e messi in evidenza avremo:
    In desktop facile e la configurabilità facilmente accessibile solita di KDE, insomma ci fa contenti a tutti…

  9. @ nexus

    Ecco io sono preoccupato un po per questa storia della iper-portabilita’ di applicazioni anche sul mondo win, secondo me invece potrebbe succedere che la gente si comincia a mettere su k3b su windows, o altri ottimi programmi senza installare linux, l’utente windows pensa: “chi me lo fa fare ora di mettere linux? ho tutti questi bei programmelli free e funzionanti, appena arrivati freschi freschi da KDE, dopo anni di sviluppo…”

    mah, sono un po dubbioso

  10. @ i dati di fatto… ;)

    Ho testato Windows Vista e la tanto nominata Aero… sarà pure stabile come una roccia ed integrata “nativamente” nel sistema, ma è dannatamente inferiore sia a Compiz che a Beryl, benché questi ultimi siano ancora lontani dall’essere stabili e proponibili ad un pubblico che di PC non ne capisce niente.

    E’ questo il punto: Windows Vista viene venduto sui nuovi portatili… milioni di vendite assicurate, diffusione a palla. Ma quello che mi fa più spavento è stato dopo che ho installato i driver ATi di febbraio: di una facilità spaventosa, seguito allo stupore che mi ha “riconosciuto” la tanto bistrattata X700 (cosa che prima negava di fare).

    Ora, anche se KDE4 + Compiz o Beryl saranno notevolmente più intriganti e belli di Vista+Aero, chi pensate vincerà da questo “impari” combattimento? La Microsoft ha dalla sua tutti i venditori hardware, tutti i driver belli e pronti (beh, tutti ancora no) e sta già cambiando il mercato di vendita di parecchie nicchie di mercato (per esempio AutoCAD 2007 non gira su Vista… ecco pronto AutoCAD 2008!)…. Loro, la Microsoft, fanno girare TANTISSIMI soldi rispetto al mondo Linux… davvero troppi soldi… il mondo Linux sta combattendo contro un Golia che “governa” economicamente un mercato e cambia le carte in tavola quando gli pare e piace (vedi l’acquisizione/fagocimento di Novell con tutti i filistei a seguito).

    Secondo voi come mai ATi e nVidia snobbano tanto il mondo Linux, mentre invece si fanno in quattro per Windows, rilasciando continuamente driver sempre migliori?

    Poi un’altra cosa: Gnome è pesantuccio, davvero troppo. Il team di sviluppo deve alleggerire quanto più è possibile il suo core. Per esempio, ho fatto provare Gnome ad una mia amica, che sinora aveva provato solo Windows. L’ho messa di fronte al computer e le ho detto “naviga”. Lei ha smanettato un pò nel menu, alla ricerca di internet Explorer, e mi ha chiesto “Ma cos’è questo? Il nuovo Windows?” Dopo il primo schiaffo morale, le ho fatto caricare Firefox… dopo un pò mi ha detto “Bello questo nuovo desktop (?!), ma è un pò moscio……! Mi rimetti quello di prima?” Arghh….

    Per cui diamo un’accelerata al trittico facilità+stabilità+supporto hardware, altrimenti le nostre amiche chiederanno sempre e comunque Windows…

  11. @ me stesso

    I driver ATi di febbraio che ho installato erano per Vista… quando avremo anche noi la stessa facilità di aggiornamento driver su Linux, a prescindere dalla moralità dell’open/closed source code? Non tutti si interessano di questa strenua “moralità”, se è vero che il Peer to Peer in Italia dilaga! Shuttleworth dovrebbe essere un po’ più elastico e dare una sferzata pesante, assumendo persone adibite allo scopo di rendere fruibili/adattabili le potenzialità delle schede video nel migliore dei modi anche in Ubuntu. Altrimenti Bill continuerà a gongolare beatamente, ciulandosi le mie amiche con Vista a seguito… :(

  12. @in generale
    linux e windows hanno due scopi diversi:
    uno vuole essere il s.o. migliore, l’altro il più diffuso. stop.
    A me personalmente (che uso linux ormai da molto tempo anche per lavoro) non interessa se i desktop linux si diffondono: a me interessa avere un sistema stabile e che risponda alle mie richieste… gli altri che facciano quello che credono meglio…
    Mark non dovrebbe quindi essere più elastico ma seguire la sua strada come ha fatto fino ad ora, portando novità, non calandosi i pantaloni davanti ai “big”

  13. Il problema principale di KDE 3 sono la pesantezza e le applicazioni, es. kmail non ha mai conquistato tant’è che molte distro kde gli hanno preferito thunderbird, il konqueror era troppo incasinato (ahh cervisia…) tant’é che hanno già deciso di metterlo in secondo piano a favore di dolphin, ogni applicativo ha una montagna di opzioni spesso mal assortite, e l’interfaccia gronda di pulsanti inutili, spesso mi sembra che kde 3 sia un dimostrativo delle potenzialità di QT piuttosto che mirato all’utente. Mi auguro che KDE 4 sia leggero, ordinato e che soprattutto le applicazioni diventino “usabili”. Tenendo conto che hanno un pezzo da 90 come KOffice.

  14. Quoto iencosaracino in merito alle finalità di Linux , non dimentichiamo che Gnome e Kde sono dei Wmanagers , in merito a chi vuole velocità ( e qui mi riferisco a Francesco S.) consiglio di provare Xfce.

    Drivers ed installabilità? Il nostro amatissimo padrone di casa Felipe in un altro thread mostrava come Feisty con un solo click installa gli ultimissimi drivers proprietari.. In merito alla discussione drivers in generale Linux può essere sotto solo in merito al wi-fi attualmente.. In merito agli effetti grafici, caro Francesco, mi permetto di farti notare che linux al prezzo di 512mb di ram e di una sk video da 30 euro fa cose che altri S.O. ti chiedono 2gb di ram e sk video da 660euro e… non fanno.. anzi ti sfottono pure dando il punteggio ai tuoi bei soldini spesi (ed anche su sta cosa c’è tanto giochetto ;-) )
    Waaaaaa il mio Pc mi segna 7 nella sottosezione grafica… Ed ho solo overcloccato, tirato su le frequenze, messo delle pezze di acqua fredda sulla Gpu, pregato Padre Pio etc. etc.

    Per non dire che a Linux basta una intel integrata….

    Per concludere, neanche a me interessa se linux non diventi il desktop più diffuso, ci rimango però male visto che:
    Sto coso che chiami Vista rimarrà così per altri 5 anni (e daltronde con quello che fa spendere e considerati i prezzi dell’ hardware per farlo “funzionare”)
    Linux è gia più avanti , fra 5 anni Linux sarà ancora più avanti ;-)
    Poi con Linux impari, con gli altri che fai? Ti pirati la musica da metterti sull’ ipod? Contenti voi…

  15. Io ho usato per tanto tempo kde (dalla v2 poi la v3) semplicemente perchè era il primo che avevo usato. Quando sono passato a Gnome non sono più tornato indietro! Un altro mondo….

    Kde4 si prospetta bene… però non credo che nel breve termine migrerò… anche perchè aspetto le mosse degli sviluppatori gnome…

    e poi le qt non mi piacciono proprio :P

  16. Certo Andrea, a quel punto perchè non ricordare anche distro come DamnSmall che gira sul mio HP X3l con 64 mega di ram.. ;-)

    Xfce è decantato perchè esteticamente gradevole al pari di Gnome:

  17. @ Nexus

    Mi trovo in accordo con te, soprattutto per quanto riguarda le performance di Compiz/Beryl con 512 MB di ram e schede grafiche di tre generazioni precedenti…. io Beryl lo faccio “svolazzare” con un Celeron da 1200 Mhz, 512 MB da 133 MHz ed un ATi Radeon 9000 Pro da 128 Mb… non so se Vista gira bene con tale cfg, ma ne dubito fortemente. Cmq a me starebbe pure bene quando sono solo, ma quando viene una certa ragazza che “naviga” sul mio PC, vuole solo il Windows (che è criticato proprio per la sua facilità nel fare alcune cose, da cui, di conseguenza, non si impara molto usandolo… non ci devi smanettare)… poi gli altri windows manager saranno pure leggeri (XFCE, Fluxbox, ecc…) ma non sono (ancora) alla pari di Gnome (soprattutto il 2.18, che è favoloso). Vero, non si può avere la botte piena e la moglie bona, però tentare di cercare/instaurare una via di mezzo (un decalitro di buon vino e un’amante bononza)… tipo ottimizzare Gnome… possibile che non c’è un modo concreto di snellirlo e renderlo più performante?

  18. @ Nexus (again)

    Proprio ieri ho provato il live CD di Sam 2, basato su PCLinuxOS, con XFCE 4.4 e Compiz/Beryl incorporato… ;)… non è proprio esente da bug (l’ennesima distro live che non parte sul mio HP 4376 EA con quella porcheria di scheda video chiamata Ati X700) ma sul desktop andava bene. Non è un granché come distro in performance, ma contiene codecs, driver e altre minuzie “restrittive”, che di solito si deve scaricare dalla rete dopo consenso. Personalmente, se dovessi provare/presentare un linux al volo senza installarlo, il livecd di Sabayon 3.3 è uno dei migliori, in quanto a performance, stabilità e avanzamenti nel desktop 3D. Ed è pure carino il tema scelto (de gustibus, ovviamente)… ;)

  19. comincia a dare fastidio che per far andare decentemente kde serva “almeno” un P3@933Mhz…. meno effetti grafici cazzoni e maggior responsivita’ (velocita’) del sistema, ecco cosa servirebbe.

  20. Seguo (ovviamente) Sabayon gia da un pò.. Il problema quando carichi una “live” è sempre quella ,anche quando sono molto ottimizzate allo scopo, di ottenere performance “castrate” . Io sono dell’opinione che una distro deve essere sempre installata su HD e poi ottimizzata ai propri scopi.
    Di ottimizzazioni se ne possono fare a tutti i livelli, velocizzare l’avvio (anche se è un placebo) caricando il DM prima di altri servizi, per es DHCP che è lento per sua natura. Installare versioni aggiornatissime dei drivers.. Io per es uso i 1.0-9755 nvidia in attesa di Nouveau , configurarsi ed aggiornarsi il decoratore di finestre preferito etc. etc.

    Io quando devo “presentare” un linux, o un bsdlike in generale, disolito lo faccio testare su uno dei miei pc o laptop.
    Sinceramente posso assicurarti che di WoW ne ho sentiti fare solo con gli S.O. pinguini o diavoletti, poi quando sentono che “non si impalla” che possono dimenticarsi programmi ciucciamemoria in esecuzione automatica tipo antivirus, antimallware et similia, quando sentono che non devono comprarsi la sk video DX10 che gia è vecchia perchè stanno uscendo le DX10.1.. Insomma quando si mettono solo 1 attimo a pensare.. beh…
    Ok loro magari non sono capaci e non vogliono mettersi ad impazzire per avere un sistema “completo” , c’è chi è capace e glielo fa (d’altra parte di qualcosa devo pur vivere ;-) )

    L’esperienza più bella : Cliente con server Zoz che mi guarda e fa : “Ma come io ho speso quasi 7000 euro e la ram non basta, se devo riavviare (riavviare un server??? ) ci vogliono 20 minuti per riprendere a lavorare, perchè ?” “Posso farti provare un altro sistema operativo da server?” “Si si, tanto ormai sono disperato… ‘Mazza come va sto Linux ! O e i programmi che usiamo li fanno anche in versione Linux..” (Era una piccolissima azienda)
    Morale della favola: Linux non nasce come Sistema Operativo domestico, ciò che sacrifica in termini di prestazioni (e qui ci sarebbe però molto da discutere) te lo restituisce in affidabilità, trasparenza e sicurezza, Linux è un sistema aperto e, attualmente, ha il tasso di evoluzione più alto e veloce, ciò che oggi non fa quasi sicuramente lo farà domani.
    Con Linux spendi se vuoi spendere, non sei legato ad una licenza che prima ti fa comprare a scatola chiusa e poi ti fa usare una scatola chiusa.
    Linux non solo ha aziende che ti forniscono Software ed assistenza (Red Hat, Sun,etc.) ha una comunità fatta di persone che rasentano il fanatismo in merito alla necessità “morale” di aiutare chi ha un problema.

  21. @ Nexus

    Grande Nexus!!! … non c’è bisogno di aggiungere altro.. sono veramente contento di far parte anche io della grande “famigghia” Linux… più passa tempo e più la “famigghia” cresce e diventa potente… Distro Nostra… ;)

  22. @ Francesco S.
    Hai ragione, quando dici che Microsoft fa girare un sacco di soldi.
    Ma se si diffondesse l’uso di sw alternativo ai soliti nativi per windows, cadrebbe il “monopolio” MS(non parlo delle sigarette).
    In molte piccole o medie imprese si utilizzano *illegalmente* sw come Autocad, o se ne usa una vecchissima versione perchè costa troppo aggiornare. Diffondendo la conoscenza dei corrispondenti sw open, uniti alla ormai semplice installazione di Linux come sistema operativo, credo che molti, se anche all’inizio dovessero storcere il naso, una volta fatti due conti, si convincerebbero a migrare verso questo tipo di soluzione.

  23. @ Gianluca S.

    Gianluca, finché non si creeranno delle versioni di AutoCAD convertite in Linux, difficilmente le aziende, per esempio quelle manufatturiere, avranno la “sana” intenzione di passare in maniera indolore (e decisa) su tale sistema operativo. Il formato DWG è lo standard de facto e le aziende preferiscono seguire la via più semplice per una mancanza di preparazione adeguata ad un “cambio” totale di SO (che detto fra noi, oggi non è poi sta gran differenza, ma tant’è… ).

    E’ vero, sono parecchie le piccole e medie imprese a lavorare con AutoCAD e/o Microstation taroccati, perché non possono (o non vogliono) pagare fior di quattrini per il loro software di progettazione. Purtroppo sono il primo a dire che il software di CAD sotto linux è ancora MOLTO carente, forse proprio a causa di questo sempre più bistrattato termine “open source”, che viene erroneamente associato al “gratuito”, per cui le software house, quelle che contano davvero, si tengono spesso alla larga da questo ambiente operativo. Ci sono ovviamente delle eccezioni (tipo VariCAD) ma non bastano a supplire alla mancanza di “grossi calibri” come lo stesso AutoCAD, oppure Solidworks, SolidEdge, ecc… il paradosso è che questi programmi sono “nati” sotto Unix (il caso più eclatante credo sia l’Unigraphics, ora UGS e da poco “fagocitata” dalla Siemens, che ha subito un’involuzione non sapendo che strada far percorrere ai suoi prodotti di punta, tipo l’NX sballottandolo a destra e a manca).

    Ahi noi, il mercato ha seguito altre strade (Windows) e dove si poteva creare un fiorente settore di progettazione assistita al computer in Linux, si è assistita alla “fuga del cad” verso l’altra sponda, nata per scopi diversi (come qualche altro lettore ha fatto notare nei commenti precedenti)

    Paradosso dei paradossi, l’OpenGL (nato sotto l’egida del SGI/Unix), il fulcro dei kernel3D ACIS e Parasolid, viene “ucciso” dal nuovo Windows Vista, che “pretende” il passaggio alle sue DirectX 10, anche nell’ambito “professionale”. Morale della favola? Tutti i programmi menzionati dovranno cambiare radicalmente il loro modo di gestire la visualizzazione geometrica a causa di questo atteggiamento “pretenzioso” della Microsoft, mentre invece in Linux potrebbero trovare veramente il luogo giusto per continuare ad andare avanti come hanno sempre fatto… ma certo, Windows cambia le carte in tavola e tutte le software house si devono “adeguare” (leggasi calare le braghe) al nuovo standard… vergognoso, vero?

    Altro paradosso dell’abolizione dell’OpenGL è che sul mondo del “mobile” (PDA, smartphone, ecc..) è l’OpenGL ES la vera soluzione ad un UNICO standard 3D che può mettere d’accordo quel marasma di standard “personalizzati” per produrre giochi/programmi ad hoc per questo settore in grosso fermento a crescita esponenziale… ma in Linux esiste un framework/piattaforma per creare tale tipologia di software in maniera completa, dall’inizio alla fine? No, per qualcosa di simile bisogna sempre fare riferimento a Windows… che sbandiera al vento le sue DirectX… :(

    … forse, anzi sicuramente, sono andato fuori-topic, ma rimango demoralizzato quando vedo lo “scempio” che forzatamente stanno perseguendo le grandi software house, quelle che “muovono” il mercato economico, e che condizionano, nostro malgrado, anche il mercato dell’open source…

  24. Ho sentito che con linux impari…questo è vero
    Ma bisogna rendersi conto che nn tutti voglioni imparare..nè hanno tempo x farlo. Windows vista (lungi da me fargli pubblicità anzi lo odio, purtroppo lo devo usare x dei programmi proprietari) è molto semplice. A cominciare da tutto. X il gagdet del meteo ho dovuto semplicemente scaricarlo dal sito microzoft e scegliere la località. Per farlo su linux ho dovuto installlare gdesklets, andare su di un sito, inslallare il gagdet meteo, installare il sensore e perdere 2 ore x trovare il codice di 8 cifre della località. Ora so che queste x noi sono studipaggini ma un utente windows purtroppo è estremamente viziato riguardo queste cose. X installare compiz su ubuntu e farlo andare su una ati ho dovuto sbattere nn poco e ancora adesso ho dei problemi vistosissimi, tanto che dovrò prendermi una nvidia. bhò

  25. makkè winzozz…linux tutta la vita! loro non vogliono imparare? muoiano su winzozz:D! poi io la vedo così, penso solo per me…sarò egoista, ma per me scelgo e pretendo il meglio….SCELGO E PRETENDO SOLO LINUX xD!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...