scuse

non sono sicurissimo di aver sbagliato, ma se lo credono in molti (specie gente che stimo, come Vernon), significa devo esserci andato vicino…

per dimostrare la mia buona fede e per scusarmi con chiunque si sia sentito offeso dalle mie parole, ho deciso di dare ascolto a quanto suggerito in più commenti: post rimosso.

tutto questo mi rende un po’ triste, ma spero che apprezziate :)

112 pensieri su “scuse

  1. questo era sinceramente un post atteso….sogli gli imbecilli non sono capaci di autocritica.

    volemose bene :D

  2. ah se può interessare era il post riferito a quinstorm (il titolo lo si legge tra i commenti recenti, e il post effettivamente non c’è più)

  3. Questo è un blog, non un forum.

    Prima le regole erano semplici: tu scrivevi quello che ti pareva (nei limiti del legale) e chi leggeva poteva essere d’accordo oppure no.

    Secondo me hai sbagliato a togliere il post.
    Ora hai creato un precedente.

  4. Bah, in ogni caso il blog è tuo, dovresti essere libero di postare quello che ti pare. Comunque sia apprezziamo il fatto che dai sempre ascolto alle critiche degli utenti che commentano…

    PS. Ero uno di quelli che aveva interpretato bene il post, quindi non mi ero sentito offeso. :p

  5. Boh…
    è il tuo blog, qualcuno ti sta sulle palle libero di dirlo e di scriverlo.
    Se non mi va bene commento ma da qua a farti togliere un TUO pensiero all’interno di un TUO spazio mi sembra eccessivo.

    Tanto tutti quelli che ti hanno criticato per il post sono i primi a farlo alle spalle e non in maniera limpida come hai fatto te ;)

  6. Non sarai grande se non cadrai,
    ma se dopo ogni caduta troverai la forza di rialzarti.
    con affetto

  7. ue aspè….felipe non credo che sia stato obbligato da nessuno a cancellare il post (almeno credo ;D). Come è stato libero di scriverlo, ha deciso liberamente di cancellarlo…

    …poi siceramente non vedo cosa ci sia di male a tornare sui propri passi….bho

  8. bravo felipe, hai fatto contenti i flammer! ;) sinceramente sembrava un affare di stato XD, ma se è servito a placare gli animi son d’accordo
    ciao shredder :P

  9. perchè cancellare un post? Se hai qualcosa da dire, dilla! Fregatene se qualcuno può non essere d’accordo o se qualcuno si lamenta, basta che vada a leggere da un’altra parte!

  10. Bravo Felipe!
    (per quanto servano i miei complimenti…)non tanto perchè tu non possa scrivere quelo che vuoi sul tuo blog (devi!),
    ma perchè il tuo blog rimanga sempre un luogo di confronto tra idee, anche diverse. Senza trascendere. Avevo capito il tono del tuo post, a me non era piaciuto, da molti è stato malinterpretato.

    grazie, Letze

  11. Per quel che mi riguarda, non ho apprezzato quel post, e neppure il precedente (il famoso changelog di beryl) ma penso tu abbia fatto male a toglierlo, è un tuo pensiero, e il rimuovere il post di certo non lo cambia.

  12. Penso tu abbia sbagliato a toglierlo, rimane comunque un tuo pensiero anche se non piace ad alcuni, questo è un blog ed è stato creato per esprimere pensieri, giusti o sbagliati, sempre pensieri sono.

    Unica pecca riscontrata da quando leggo questo spazio, complimenti ugualmente felipe ;)

  13. Maddai… Si vedeva che era ironico, dai.

    Per avrebbe fatto bene a rimanerlo, altrimenti la libertà d’opinione va a divertirsi per strada…. Cioè non è che hai detto qualcosa di offensivo o di blasfermo, ma hai fatto dell’ironia che, chiunque penso, avrebbe fatto vedendo quel video e leggendo le sue parole…

    Ma purtroppo è il male di molti di noi, fare i finti moralisti quando siamo a primi a ridere per certe cose.

  14. Bah… non so di che post si tratti, ma francamente sono piuttosto restio a cancellare post flammati. In primo luogo perché la struttura di un blog, più o meno qualsiasi blog, è quella di una pagina personale, dunque un posto dove scrivere cose molto personali. Quindi se pensi una cosa e la scrivi, il tuo pensiero non cambia se la cancelli, quindi a che serve cancellarla? In secondo luogo, chi si offende leggendo un post “difficile” non smette di essere offeso dopo la cancellazione, perché ciò che è detto rimane detto.
    Questo per quanto riguarda la cancellazione: va detto però che se un blog ha millemila visite al giorno, è interesse di chi scrive mantenere una certa funambolicità, evitando vituperi o possibili offese, più o meno a prescindere. Ciò non significa castrare a priori la tua libertà di espressione, ma più semplicemente evitare l’invettiva. Nel mio piccolo ne ho dette di ca##ate ma non ho mai dovuto cancellare (o pensare di cancellare) neanche un post, eppure ci sono andato giù pesante su molte cose, sempre però con una correttezza di fondo, che denota rispetto per l’intelligenza e la sensibilità di chi può non essere d’accordo (nei limiti del possibile, cioè dell’uditorio – con le persone con cui non puoi proprio essere d’accordo, non puoi essere d’accordo e basta).
    Ok, sono ovvietà, ma fanno parte di un percorso di crescita dello strumento-blog che – se non esce dal vicolo cieco dell’aporia “libertà di parola-politically correct” – rischia di morire.

    Sempre con profondo rispetto.
    SleepingCreep

  15. Tò….E io che ero rimasto infiammato dal post! #_#
    Non era tanto il fatto chi mi si fosse fatto un torto, quanto il fatto che anche solo in minima parte condividevo con quella persona lo stile di vita, alcune scelte e anche il modo d’essere ( con una parola sola lo definirei lgbt )…
    Poi la depressione è una condizione che affligge un molti al giorno d’oggi ( anche mio padre! :'( ) e a volte può essere presa troppo con leggerezza o non capita…
    …Un pò ero furioso per il post…Un pò ho pianto…
    Ma meglio non pensarci…

  16. è difficile accontentare tutti, ma togliere il post dimostra – nel caso non fosse stato gia’ sufficientemente evidente – la tua buona fede…
    cmq, la reazione al post è stata a mio avviso eccessiva.

  17. a questo punto allora la libertà di pensiero dove è andata a finire??ora tu (felipe anche se non ti conosco)non sei più libero di pensare niente ti hanno zittito.
    é un tuo diritto quello di pensare come ti pare senza offendere l altra parte purtroppo non ho letto il post ma leggendo quello che hanno scritto gl altri non mi pare che tu abbia offeso qualcuno all interno del post incriminato

  18. Mi complimento con felipe per la scelta.

    Per tutti quelli che sostengono blog tuo, liberta’ di parola bla bla bla … nessuno (almeno credo e spero’) ha imposto nulla a felipe sua e’ stata la decisione di postare e sua quella di cancellare (in questo sta la liberta’).

    Se dai commenti ne ha tratto modo di riflettere, di capire che forse le sue parole potevano essere franintese che bu, avra’ avuto i suoi buoni motivi, e non si rispecchiva piu’ in quello che ha scritto e’ normale che abbia cancellato.

    Un gesto che ho veramente apprezzato.

    complimenti felipe.

  19. Non è giusto! Vogliamo il vecchio post, magari potresti creare una sezione per “Posts Rimossi”, come la “Quarantena” dei Forum…..

  20. Ognuno fa come cippa vuole. Quindi non c’e’ bisogno di stare qui a dire bravo come non ci sarebbe stato il caso di stigmatizzare il post. A chi piace legge, a chi non piace passa avanti.

  21. «Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui.»
    Ezra Pound.

  22. l’unico blog in cui si riesce a generare una marea di commenti anche su un post che non c’è :-)

    keep on, Felipe, keep on

  23. Io sono contro la censura….ma almeno commenta il post e dopo scusati(se proprio devi), nel senso: scrivi->lascialo scritto-> scusati ripeto se proprio devi scusarti…..

  24. E’ bello affermare le proprie idee, ma è ancora più bello metterle in discussione insieme agli altri, discuterle, e poi cambiare idea, se necessario.

    Complimenti Felipe, sei un grande!

  25. Se ha qualcosa da dire la può dire…ma con rispetto e decenza, quella che è mancata in quel post. Non era una critica, era solo un tentativo di sfogo attizzando un po’ di flame, per altro l’ironia che si vociferava era davvero pietosa. Se a voi piace ridere così continuate pure e magari tornate all’asilo, ma sinceramente ci sono modi migliori per farlo.
    Ha fatto benissimo a togliero, per decenza.

  26. mi fa piacere saperti in dubbio sulla bontà del post ^_^
    personalmente, da gay, sono il primo a fare battute di pessimo gusto su quel mondo, però mi rendo conto che ci sono contesti dove diventano fuori luogo. il problema del blog è che non sai mai se il tuo pubblico sia depresso, o fatto da checche combattive. sapere che browser usano non aiuta!
    Come nota a margine aggiungo, invece, che mi gratifica sapere che ci siano utenti e sviluppatori GLBT allo scoperto.

  27. Apprezzo la rimozione. A prescindere dall’opinione di felipe su Quinn Storm, il post risultava secondo me offensivo e piuttosto odioso. Sono d’accordo con gigidn. Cancellare quel post non è da “moralisti”, è da persona capace di capire quando ha avuto un comportamento scorretto e di tornare sui propri passi. Pessimi “moralisti” sono quelli che vendono a piene mani con le loro parole disprezzo e offese verso altre persone, ma non si tirano indietro a scusarsi se non magari quando si lasciano scappare qualche venale parolaccia.

  28. Non ho letto il post… ma io non me la sono mai presa per le invettive contro Beryl, non vedo perchè dovrei prendermela per un post (se ho capito bene) contro Quinstorm. Il blog è tuo, e sei libero di fare quello che ti pare, ma se hai tolto il post solo perchè ti hanno spinto a farlo i commenti, e NON per altro, allora ciò va contro il libero arbitrio del blogger.

  29. per me sarebbe stato meglio non scriverlo che toglierlo( questo è il tuo blog e ci scrivi quello che vuoi) quinstorm ha “forse” un aspetto eccessivamente nerd ma non vedo perchè sia motivo di scherno.
    apprezzo la tua netiquette e in generale l’alta qualità del tuo blog ormai frequentatissimo : quell’articolo era un pò una mela marcia in mezzo al cesto

  30. @felipe
    LOL..
    se pensi di aver sbagliato ha più senso modificare il post e scrivere:

    chiedo scusa, non considerate più questo post.. cancellarlo e scrivere un post del tipo: chiedo scusa.. ho sbagliato senza che la gente sappia a cosa ti riferisci non ha molto senso!

    a quel punto era meglio rimuoverlo e basta

  31. Felipe sei un grande.
    Questo non si discute.
    A mio parere hai fatto bene a cancellarlo non perchè era un post sbagliato cattivo o offensivo ma se cominciava a diventare (pesante) meglio così, cmq mettiamoci una pietra sopra e si và avanti!
    W il Free Software W L’open Source!

  32. ok, io sono uno di quelli che era schierato contro quel post, adesso felipe ha anche la mia stima (già ce l’aveva prima, ma i grandi ammettono gli errori).

  33. Io concordo sul fatto che avresti potuto benissimo lasciare il post su Quinnstorm… e lo dico da “paziente” di un CPS. Anzi, a volte ironizzare su problemi come la depressione et similia è cento volte meglio di sentirsi compatire da “professoroni” che del problema non sanno nulla (nonostante le lauree). ;)

  34. +1000 punti stima :)
    @ chi sbandiera la liberta’ di parola e di scrivere quel ci pare nei nostri blog: senza dubbio Felipe puo’ scrivere quel che vuole, ma se gli viene il dubbio di aver esagerato, offendendo e insultando (io francamente, in quel post, di ironia non ne ho visto neanche un bit), allora scusarsi non e’ un rinnegare le proprie idee, e’ solo un comportamento da persona adulta e matura che e’ in grado di ammettere i propri errori, e che per questo e’ degna di stima.
    Bravo Felipe! :)

  35. Un sacco di gente qui fa riferimento alla libertà di pensiero e di parola, ma che c’entra questo con l’offendere gratuitamente una persona? se io la penso in modo diverso da qualcuno o mi vesto in modo “originale” oppure mi piace parlare da effeminato devo essere oggetto di scherno da parte di altri?
    é da una vita che il proprietario del blog non fa che infamare in tutti i modi beryl e le persone del suo team. uno la può pensare come vuole – anche portando avanti tesi motivate solo da pregiudizi e senza ragione di causa, come appunto la diatriba beryl-compiz – fino a quando non è offensivo nei confronti di qualcuno. ed il problema è proprio qua: nel post incriminato l’autore ci è andato molto pesante, nonostante, come spesso gli accade, abbia pure frainteso alcune informazioni su quinn. ad ogni modo il fatto che abbia tolto il post significa solo che non ha le p***e per prendersi le responsabilità di ciò che ha scritto.
    P.S. pensa pure che c’è gente che ha scritto per complimentarsi riguardo la libertà di pensiero all’interno del tuo blog… non è che te li scrivi da solo i commenti??? :)

  36. Maramax ha perfettamente ragione… questo è il TUO blog personale!!! Non devi permettere a nessuno di criticartelo fino al punto di dover eliminare un post…. ok.. hai 30.000 accessi al giorno… però non vuol dire che quello che tu scrivi debba essere ufficiale,
    non devi chiedere scusa a nessuno, hai ridicolizzato una persona perchè pensavi fosse giusto e non c’è nulla di sbagliato.
    ciau :)

  37. sinceramente felipe non ti capisco proprio. Non la penso come te su molte cose e non ho il tuo modo di pensare:
    1- se qualcuno vuole criticarmi lo faccia pure, se lo fa in maniera intelligente e’ occasione di crescita, se invece mi offende lascio l’offesa sul blog: che siano anche gli altri a considerare cretino chi scirve.
    2- non mi va che presupponi di aver ragione in primis, visto che sei umano e quindi per natura fallace. Rispetto il tuo pensiero ma non puoi credere che chi la pensa diversamente da te sia per forza un cretino oppure un buffone.
    3- io non giudico il mio successo in base al numero dei visitatori del blog come mi sembra faccia tu, ma in base alle esperienze personali, all’ampliamento del mio pensiero, dato anche delle discussioni con persone che hanno opinioni differenti dalle mie. Talvolta dando ragione agli altri sono consapevolmente cresciuto.

    in sostanza:
    non capisco cosa tu voglia fare. ritirare la mano dopo aver lanciato il sasso? Se volevi fare, a mio modo, un’autocritica era meglio lasciare il post e spiegare meglio il tuo pensiero, oppure, semplicemente chiedere scusa con un altro post.

    ti direi a cuore aperto una nota frase di Evelyn Beatrice Hall “Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo” ma temo che tu questo proprio ancora non lo capisca, spero che questo mio scritto ti faccia riflettere un pochino e considerare di piu’ gli altri.

    Tutto questo con la speranza di trovare un’altra persona con cui crescere insieme, altrimenti .. amen.

  38. Che palle Felipe, fottitene degli altri e va dove vuoi. Il blog è tuo, no?
    Se a questi tizi non è piaciuto il post, che non lo leggano più.
    Se insistono, che vadano fuori dalle “balls”. Io stesso ti avevo criticato in un vecchissimo post riguardante un tuo viaggio, quando dicesti quella cosa orrenda su una statua della Madonna, ma tutto lì. Ora se è vero che siamo in un Paese cattolico, questi tizi non dovevano romperti anche e soprattutto per questo post? Cioè, per il frocio (o quello che cavolo è) sì, per la Santissima Vergine, no.
    Un consiglio da amico lo vuoi? Ascoltati il ritornello della canzone degli Slipknot: Surfacing dall’omonimo album e mi saprai dire. ;)

  39. La più grande offesa che hai fatto è cancellare il post. Potevi chiedere scusa, potevi ribadire che lo avevi fatto senza REALE intenzione di offendere nessuno (tra l’altro condivido con te il pensiero che a volte per frustrazione si fanno le cose come dice mio padre “per dispetto” ed era questo il senso del tuo post), insomma potevi reagire in 100 maniere diverse e tutte andavano bene perché in fin dei conti QUESTO E’ IL TUO BLOG E NEL TUO BLOG ESPRIMI I TUOI PENSIERI!!! Purtroppo hai dato ascolto a falsi moralisti.
    Con questa azione hai offeso e preso in giro MILIONI di persone che non possono esprimere le loro opinioni personali, che quotidianamente mettono a rischio la loro libertà e la loro vita per esprimere le loro idee, giuste o sbagliate che siano.

    ovviamente la critica è rivolta solo in parte a te, Felipe.
    la critica è rivolta a tutti coloro che interpretano una mera opinione personale come offesa.
    basta falsi moralismi. tu non volevi offendere nessuno, volevi solo dimostrare come a volte la rabbia porti ad azioni senza senso.
    In questo caso si trattava di un fork, ma chi ha problemi personali si faccia aiutare, invece che scaricare la propria frustrazione sulla collettività!!!
    Viva Felipe!!! Vivà la libertà!!! Viva la foca!!! Viva la tipa!!! Viva l’Italia!!! Viva l’Europa!!! Viva le donne che danno…

  40. bravissimo kijio concordo pienamente e mi unisco alle tue parole!
    @ felipe
    dipendi troppo dal tuoi lettori,mi spiego: secondo me in certi casi non scrivi quello che pensi ma quello che gli altri vorrebbero che tu pensassi,questo indica una tua profonda falsità. Nella maggioranza dei post invece LA COLPA è DI ALCUNI TUOI LETTORI che alla fine dicono sempre:” bravo felipe”! Tu sbagli: “bravo felipe” chiedi scusa:”bravo felipe”offendi:”bravo felipe”,dici stronzate come tutti:”bravo felipe”. Certa gente non la capisco, ma avete un cervello? State sminuendo questo magnifico blog e per sfortuna state facendo eccitare Felipe che è un grande NARCISISTA.

    “non sono sicurissimo di aver sbagliato ma se lo credono in molti (specie gente che stimo, come Vernon), significa devo esserci andato vicino…

    per dimostrare la mia buona fede e per scusarmi con chiunque si sia sentito offeso dalle mie parole, ho deciso di dare ascolto a quanto suggerito in più commenti: post rimosso.

    tutto questo mi rende un po’ triste, ma spero che apprezziate :)”
    sei sicuro sio o no, perche hai cancellato il post se non sei sicuro?O si chiede scusa o non si chiede affatto.

  41. Non ne sei sicurissimo perché non hai sbagliato niente. Non ho letto tutti i commenti di quel post, ma ho letto il post in questione. Non c’era niente di così grave. In proporzione dovremmo cancellare il 90% dell’esistenza umana.

    Addirittura cancellarlo poi. Questa si chiama (auto)censura. E non è una buona cosa.

  42. non è importante quanto sia importante ciò che ottieni; l’importante è quanto tu sia disposto a perdere per ottenerlo

  43. Bene, dopo una salva di “hai fatto male a postare una cosa così” un altra “hai fatto male a cancellarla”..
    A me dispiace che sia stata cancellata, erano venute fuori davvero delle cose “belle” di alcune “persone”.
    Certo non voglio nemmeno lontanamente pensare che Felipe si sia fatto influenzare da alcune “minacce” di chi si è firmato anonimo sbandierando a destra e manca ed intervenuto perchè alla parola “depressione” si è sentito IT.
    Tornando ad alcuni argomenti io direi che sarebbe il caso che si considerassero i semplici fatti, quello che è stato Beryl è un dato di fatto, si è reintegrato in Compiz e, guarda caso, 0.4 , 0.5 .
    Ora diamo tempo e vediamone i risultati.
    Io esprimo la mia opinione e basta : Di una cosa integrata etc. me ne frega fino ad un certo punto.. Mi piacciono i plug-in tamarri , io amo provarli, così come provo tantissime altre cose, che pure potrebbero essere definite tamarre…
    Sono mie opinioni ovvio, e sono lontane dalla massa che vuole la pulizia al vertice della piramide… A me piacciono le cose sporche.. Imho

  44. Da utilizzatore incallito di Beryl ti dico che hai sbagliato nel togliere il post in fin dei conti si tratta di un blog non di un forum e chi non accetta critiche più o meno giuste, ma comunque personali e fatte in una pagina web personale strutturata come diario personale, può molto semplicemente cambiare indirizzo o voltare le spalle.
    Questa per me non è libertà di espressione io non avrei fatto lo stesso anche se non posso criticare la tua scelta.

    Ciao Feli……continua così

  45. Tanto di cappello per le scuse!
    Ammettere i propri errori non è censura, certo… forse andava meglio (imho!) un “edit:” al post precedente.

    Come dicevo nel commento al post precedente anche i migliori sbagliano, ma *solo* i migliori hanno il coraggio e l’onestà d’ammetterlo, complimenti!

    Con stima, ciao

  46. No non apprezzo!!!!!!

    Non sono daccordo con con tè nemmeno su una virgola a proposito di Beryl e Compiz, e toni che hai usato in confronto dei primi li ho trovati sempre esagerati. Però la trovo ancora una cosa peggiore il fatto che tu abbia tolto il post per le pressioni ricevute. Le idee vanno contestate, dibattute e confrontate, ma mai e poi mai censurate e quindi no non apprezzo nemmeno un pò quello che ai fatto. A meno che, finalmente ti sei accorto di sparare caz..te, ma da quanto ho letto, non penso proprio che questi siano stati i tuoi motivi.
    PS: Spero che mi faccia ancora incazzare per le tue sparate e che non ti sia ammosciata la tastiera.

  47. Lol,

    felipe,

    non sei costretto ad essere quello che la comunità vuole…

    Per Diana e per sua sorella, la repubblica stessa non è del popolo e tu tenti di sottostare a quello che dice una mandria di saccenti ragazzini con le manine sporche di cioccolato?

    maddai, questa è casa tua e qui comandi tu!

    quindi , lol, ho postato solo perchè ho visto 62 commenti inutili :P

    e io odio i numeri pari

  48. Hai semplicemente applicato le proprie regole: “I commenti sono benvenuti…le offese no”,
    ed hai cancellato un post potenzialmente offensivo. Fa piacere leggere, che questo regole le applichi anche a te stesso, ti fa onore la capacità di scusarsi.
    Non credo fosse censura e non credo che il post in questione presentava le idee valide e presentabili. Criticare una persona per questo che fa – si, deridere una persona per questo che é – NO, non è giusto, non è divertente, non si fa.
    Per me, hai fatto bene.

  49. A prescindere dal fatto che tu abbia davvero offeso o meno Quinn Storm e/o chi si sente vicino alle sue idee o al suo stile di vita o chi usa i quasi-suoi software, a prescindere dall’essere o meno opportuna la rimozione o la modifica del post, a prescindere dal fatto che della telenovela che hai montato su Compiz/Beryl questa è la degna conclusione.
    Ti sembrano scuse queste? O meglio, davvero ti volevi scusare o ti è sembrato meglio così?

  50. Tolto o no, resti sempre la persona che sei..e mi domando che persona possa essere uno che deride chi ha a che fare con la depressione, una malattia riconosciuta in tutto il mondo.

  51. IMHO in un blog informatico l’attacco fazioso a un progetto ci può stare alla grande (Beryl in questo caso), ma offese alla persona, secondo me, no. Non è necessario ed è pure abbastanza gratuito in questo caso, quindi approvo la rimozione del post nonostante credo che Felipe sia in buona fede. Poi per favore piantiamola di dire che uno nel suo blog ci può scrivere quello che gli pare…è vero fino a un certo punto, mettete su un blog e scriveteci che un qualche politico è Omosessuale e vediamo se dopo una bella denuncia per diffamazione gli dite che quello è il vostro blog e ci scrivete quello che vi pare…il post incriminato non è il peggio che si possa leggere sulla rete intendiamoci, ma secondo me è stata un po’ una caduta di stile. Con questo auguro a Felipe un buon lavoro sul blog che è uno dei più interessanti nel panorama italiano del free software.

  52. Cristo Felipe non cedere!

    Quando ho iniziato a leggerti i tuoi post erano particolari perchè nonostante la serietà dei contenuti c’era sempre qualche espressione “cattiva” o volgare che li rendeva unici!
    Un po’ mi pareva diminuita questa cosa, QUEL POST CI VOLEVA!!

    Ps. Commento 71 rulla! :D

  53. ma il post in cui c’era il video dell’intervista a quinn? infatti nun lo trovassi
    se e’ quello, mancava di stile in effetti

  54. Ho letto il post in questione e l’unica osservazione che mi sento di dare è che era poco politically correct ma dal momento che il politically correct ha fallito e ci ha regalato questa società di merda non vedo perchè felipe abbia fatto bene a cancellare il post. Io non avrei scritto in quel modo ma non vuol dire che sia sbagliato. Felipe, hai solo detto un paio di cose in modo diretto e senza girarci intorno e non credo che questo sia un demerito. Il fatto che quella persona avesse delle difficoltà non lo pone al sicuro da qualche commento circa la sua inadeguatezza a fare qualcosa. Io sono alto 2 metri ma non per questo posso pretendere di correre coi kart mettendo un quintale di zavorra a tutti gli altri.

    Felipe, secondo me hai solo toccato un tasto delicato ma non nel modo sbagliato. Esprimere le proprie idee non è mai una colpa e una società che vuole essere libera in tutto e per tutto non dovrebbe mai ostacolare qualcuno che lo fa, anche perchè è una libertà fondamentale.

    PS: sì lo so che sono stato poco politically correct ma come ho detto quell’approccio mi ha davvero rotto le scatole.

  55. Ho letto il post in questione e l’unica osservazione che mi sento di dare è che era poco politically correct ma dal momento che il politically correct ha fallito e ci ha regalato questa società quantomeno deludente non vedo perchè felipe abbia fatto bene a cancellare il post. Io non avrei scritto in quel modo ma non vuol dire che sia sbagliato.
    Felipe, hai solo detto un paio di cose in modo diretto senza girarci intorno e non credo che questo sia un demerito. Il fatto che quella persona avesse delle difficoltà non lo pone al sicuro da qualche commento circa la sua inadeguatezza a fare qualcosa.

    Felipe, secondo me hai solo toccato un tasto delicato ma non nel modo sbagliato. Esprimere le proprie idee non è mai una colpa e una società che vuole essere libera in tutto e per tutto non dovrebbe mai ostacolare qualcuno che lo fa, anche perchè è una libertà fondamentale.

    PS: sì lo so che sono stato poco politically correct ma come ho detto quell’approccio mi ha davvero rotto le scatole.

  56. non so quanto conti il mio ulteriore commento dopo l’ottantina sopra di questo, ma a prescindere da quello che hai deciso (avrai avuto le tue ragioni, ne sono sicuro) pollycoke è anche questo, i commenti sopra di me dimostrano che anche gente che ci è rimasta male continua a seguirti quindi… non facciamoci troppi problemi e aspettiamo l’articolo che seguirà a “rovine del passato e del presente!” :)
    Bravo a prescindere! E complimenti ancora!

  57. Ottima mossa, Felipe. Te la stavo per consigliare nei giorni passati, ma ho lasciato stare perché sapevo che ti sarebbero arrivate tante critiche “pesanti” sulla questione e che ti avrebbero fatto riflettere. Fin quando si rimane nella sfera del “tecnico” è un conto, ma se poi si va sul personale, benché il blog sia tuo e totalmente gestito da te, si va a “cozzare” con il buon senso comune. Non vuole essere una paternale o un moralismo il mio, ma il dovuto rispetto verso gli altri, soprattutto chi se la passa peggio di noi, si vede anche in questi frangenti…

    … ora torno a stimarti ma con “riserva”: non “sgarrare” più con frasi offensive e si più “tollerante” con chi non parteggia con il tuo concetto di “Only Compiz for Ever”… ;) … ci siamo capiti…. ;)

  58. @Francesco S.

    Ma hai letto quello che hai scritto?
    Fai vomitare, come questa società basata sul “buon senso comune” puà che schifo!

    E’ tutto di plastica, falso, ipocrita, meno male che c’è gente come Felipe!

  59. Dopo aver letto tutti questi nobili pensieri desidererei leggere l’articolo in questione. Se non ci sono bestemmie o insulti amorali, sarebbe il caso di ripubblicarlo e lasciarlo lì.
    Con tutto il rispetto per il pensiero altrui averlo tolto ha solamente eccitato chi non la pensava come te; Natale è passato da un pezzo.
    Ad ogni modo faccio un plauso a tutti quelli che riescono ad essere se stessi nascosti da un monitor, elargendo consigli e suggerimenti al limite dell’indecenza, gli stessi che lontani dal PC non sono nemmeno in grado di alzare la testa. Che uomini!

  60. Ciao,
    non so se leggerai questo mio commento, ma credo che più che rimuovere il tuo post, l’aver cambiato idea avrebbe dovuto portare ad aggiungere in fondo le tue riflessioni “posteriori”; i complimenti che ti hanno scritto in tanti li meriti davvero, quindi non c’è bisogno di aggiungere altro :-)
    Ciao!

  61. Minchia, ma che telenovela …

    “Felipe hai fatto bene”, “Felipe hai fatto male” … Felipe, ma scrivi un pò quel c***o che ti pare …

    Questo blog mi ha fatto scoprire ed avvicinare al mondo Linux.

    Mi ha dato (e continua a darmi) tanti spunti interessanti, e a prescindere dal fatto che Felipe ogni tanto si senta in vena di raccontarci pure i fatti suoi o di postare qualche cagata senza farsi troppe paranoie su chi le leggerà, su chi si offenderà o su chi si farà una risata, francamente poco mi importa.

    A volte su Pollycoke leggo delle cose che non condivido, a volte leggo degli articoli che mi fanno pensare “Ancora!?! Ma che palle …”, ma il bello del mouse è che c’è una simpatica rotellina che se fatta roteare velocemente con il dito indice, ci permette di scorrere su è giù all’interno di una pagina per passare ad un altro articolo, o perchè no, ad un altro sito web. Senza tanti patemi d’animo o ridicole prese di posizione … contro chi, poi?

    Mhà …

  62. Boh.
    Lo chiamano cul de sac.
    Caro felipe, che tu faccia una cosa o il suo contrario, piglierai merda in faccia.
    Quando scrissi che il tuo post era una caduta di stile pensavo: okkei, capita, morta là.
    Invece ne è nato un casino micidiale.
    Peraltro ero d’accordo quando l’hai cancellato: ma è un’opinione mia.
    Ed adesso un altro casino.

    Finirà che ti chiederanno di rimettere il vecchio post, e di cancellare questo…

  63. guardate.. non so’ se ha sbagliato o meno…

    penso che da un lato abbia sbagliato ma dall’altro ha espresso le proprie opinioni come tutti noi…

    ciao

  64. @aiglics

    Mitico, io non sono riuscito a farlo saltare fuori da msn!
    Non sono pratico di quel motore di ricerca :P

  65. sono d’accoro con quelli che avrebbero preferito se NON toglievi il post, a prescindere se condivisibile o meno. Quel che conta è la libertà di pensiero e parola finché non si toglie quella altrui che, in questo caso erano tutti liberisimi di criticare e dissentire dalle tue posizioni…..c’è una frase di Voltaire che mi accompagna spesso nella vita e la lascio per tutti:

    “Detesto ciò che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo!”

  66. La decisione di eliminare quel contenuto è stata mia, nel perfetto rispetto delle mie facoltà mentali ed estetiche. Mi sono limitato ad accogliere un buon consiglio dato da molti di voi. Questo non significa che capisco tutto il rumore che ha generato, ma rispetto le opinioni altrui, specie se provenienti da gente che stimo, punto.

    Per favore rispettate la mia scelta e non continuate a linkare copie di quel post.

  67. Pazienza… Io me le sono salvate quelle pagine, che ci posso fare, mi fanno godere.. E non mi riferisco al tuo post caro Felipe , ma alle risposte.
    In 100 e passa reply si è tirato dentro di tutto, politica, tendenze sessuali, presunti passati in villaggi turistici.. Troppo na pacchia !

    E tutto per il povero Quinn, che non si è laureato e che ha difficoltà a trovare lavoro nel mondo dell’ informatica.. Troppo na pacchia, giuro…

  68. Ok, bene. Personalmente non ti chiedevo di rimuoverlo, ma esprimevo solo la la mia opinione sul tuo modo di dire cose giuste.

    Non ti deprimere: internet è anche un magnifico luogo di confronto che ci aiuta tutti a capire e registrare i nostri nuovi limiti. Non che nella vita tu possa altresì farne a meno.

    Ciao
    Joe

  69. “non sono sicurissimo di aver sbagliato, ma se lo credono in molti (specie gente che stimo, come Vernon), significa devo esserci andato vicino…”

    Non sei sicurissimo…….. però FORSE ci sei andato vicino….

    Fare una colpa ad un essere umano di avere una patologia terribile come la depressione in effetti non mi sembra una cosa così grave. Del resto non potrebbe esserlo, tu sei perfetto, non sarai mai depresso, non avrai mai nessun problema di nessun tipo e pertanto non puoi sbagliare e puoi permetterti di perculeggiare chiunque su qualsiasi cosa.

    Non sei neanche in grado di chiedere degnamente scusa… rifletti su questo.

    …e poi rimuovi pure il post (ma solo se sei sicurissimo…) visto che sei tanto bravo a farlo.

  70. [molto molto molto OT]
    «Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui.»
    Ezra Pound.

    pound era un sostenitore del fascismo e un ammiratore di mussolini… non credo che questo si concili molto con la libertà di pensiero e di espressione. ma poi siamo sicuri che sia di ezra pound questa frase? l’avevo già sentita attribuita a qualcun’altro… boh [/OT]

    a quelli che “la libertà di pensiero conta più di ogni altra cosa” vorrei chiedere se accetterebbero di vedere la propria faccia appesa sui muri della propria città con su scritte frasi a presa per i fondelli e offese. essere liberi di esprimere la propria opinione vuol dire anche avere una grande responsabilità su ciò che si dice, e saper scegliere cosa si *deve* dire, non tanto cosa si *può* dire. opinione mia.

  71. [molto molto molto OT]
    «Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui.»
    Ezra Pound.

    pound era un sostenitore del fascismo e un ammiratore di mussolini… non credo che questo si concili molto con la libertà di pensiero e di espressione. ma poi siamo sicuri che sia di ezra pound questa frase? l’avevo già sentita attribuita a qualcun’altro… boh [/OT]

    a quelli che “la libertà di pensiero conta più di ogni altra cosa” vorrei chiedere se accetterebbero di vedere la propria faccia appesa sui muri della propria città con su scritte frasi a presa per i fondelli e offese. essere liberi di esprimere la propria opinione vuol dire anche avere una grande responsabilità su ciò che si dice, e saper scegliere cosa si *deve* dire, non tanto cosa si *può* dire. opinione mia.

  72. @_theMajor, prade, iraiscoming223 et simila

    Dopo aver letto quello che scrivete non posso far altro che augurarvi di soffrire in futuro di qualche grave patologia… così forse capirete che il cinismo non è così fico come sembra a te quando è rivolto alla tua persona e alla tua sofferenza.
    Non c’ entra un cazzo il politically correct, quì è questione di rispetto.

  73. Da oggi in poi metterò tutto da parte con la utile add-on di Firefox “CLICK!” by snapshot.jkn.com
    Salva un’istantanea di qualunque pagina web e la conserva immutata nel tempo.
    Forse sarà l’unica maniera di leggere “il mio Pollycoke” senza censure.

  74. @96
    [OT] Esiste anche un’estensione di ff che si chiama Scrapbook e che fa la stessa cosa ;-) [/OT]

  75. Mi spiace Felipe ma l’hai fatta fuori dal vaso. Quoto Andrea e ti invito a riflettere sull’accanimento che hai avuto sulla persona, sulla sua malattia e sulla sua vita privata, invece che sul suo lavoro. Ma non è colpa tua, l’ignoranza si può fomentare o eliminare. Ripristina il post e aggiungici scuse VERE. Oltre che come un bravo blogger ti mostreresti come una brava persona. Amichevolmente

  76. Parte IT:

    Ma state scherzando? non avevo letto i commenti del post… C’è veramente qualcuno che si è OFFESO per quel post?!?!?!??!

    Il mondo sta andando veramente a rotoli… -.-

    [moltissimo OT]Anonimo ha scritto
    [quote]
    «Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui.»
    Ezra Pound.

    pound era un sostenitore del fascismo e un ammiratore di mussolini… non credo che questo si concili molto con la libertà di pensiero e di espressione. ma poi siamo sicuri che sia di ezra pound questa frase? l’avevo già sentita attribuita a qualcun’altro… boh [/OT][/quote]

    Non ricordo se era Ezra Pound: una cosa è certa: trovo stupido dire “Quest’uomo era un sostenitore del fascismo, quindi ogni sua frase è automaticamente sbagliata”. Cosa c’entra il fatto che sostenesse il fascismo con questa frase?

    Per la cronaca, è una frase verissima e onorevole ;)
    [/Moltissimo OT]

  77. @andrea: non mi hai tirato in causa direttamente, ma avendo tirato in causa persone che la pensano come me, transitoriamente hai tirato in causa anche me.
    Detto ciò espongo:
    1)Felipe non ha attaccato un Depresso, ma un Represso. Spero che tu sia abbastanza intelligente da capire la differenza, ma a giudicare da quel che dici ho i miei dubbi.
    Corollario al punto 1)Se un Depresso è anche un Represso, cercherà di sfogare la sua Depressione sugli altri, rompendo le scatole e facendo i dispetti, come ha fatto Quinn Storm. Ergo se viene offeso se le stringe forte a se e se le tiene. Aveva ad andare in cura, come fa chi è VERAMENTE malato di Depressione.

    2)Visto i tuoi auguri, spero che tu vada a vivere in un paese in cui viene censurata la libertà di opinione (anche se in Italia ci siamo vicini).
    dopo qualche purga e altrettante manganellate, mi racconti cosa pensi dei commenti anche se sopra le righe di Felipe.

    Quoto Voltaire, ma fate almeno che ne valga la pena. Se il libero pensiero alla lunga è edificante va bene, se porta alla nascita di mostriciattoli pensatori di aria fritta, allora meglio il silenzio assoluto

  78. @iltremendo

    1)Ah, ok… è un represso, non un depresso… ok. Naturalmente tu sarai in possesso di tutti i titoli di studio, nonchè di una diagnosi differenziale documentata con relativa anamnesi e documentazione clinica al seguito per affermare questo.
    Io credo di essere abbastanza intelligente per sapere che non si può giudicare lo stato psico-fisico di una persona senza neanche averla mai vista e conosciuta.
    L’ unica cosa che si può percepire di questa persona è che non sta bene con se stessa, ha problemi di autostima e di relazione col prossimo. Io non se se questo individuo è represso, depresso(come sostiene lui stesso), o quantaltro… ma l’ unico fatto oggettivo è che felipe nel suo post lo ha schernito per la sua (presunta) malattia. Avrebbe dovuto consultare prima te: solo tu evidentemente sei in grado di capire chi soffre VERAMENTE di depressione.
    Quello che è successo secondo me si chiama accanimento contro i + deboli… e, sarò strano io, ma a me è una cosa che non è mai piaciuta.

    2) Non ho mai condannato la libertà che ha avuto (e che tuttora ha) felipe, o chiunque altro, di esprimere i concetti che ha espresso, anche qualora fossero i più beceri che la mente umana possa concepire…
    Mi permetto solo di esprimere il mio pensiero al riguardo, e di sottolineare la non opportunità MORALE di fare ragionamenti di quel genere, non la libertà di farlo.

    Questa è di uno che dovresti conoscere bene:
    “Io combatto la tua idea, che è diversa dalla mia, ma sono pronto a battermi fino al prezzo della mia vita perchè tu, la tua idea, possa esprimerla liberamente.” (Voltaire)

    Due consigli per chiudere:
    – Evita di lasciar intendere che io sia fascio: 1. non mi conosci, 2. caschi male.
    – Prima di citare Voltaire cerca di comprendere almeno il significato delle parole che usi tu stesso.

  79. Non avevo scritto un commento all’epoca del post rimosso. Non ho neanche letto tutta la miriade di commenti, solo alcuni. Non sono mai intervenuto con commenti, ma questa volta forse posso dare il mio contributo alla comunità, di professione faccio lo psichiatra.

    Il ministro Guidi (lo ricordate?), affetto da un evidente handicap, era stato “preso in giro” dalla prima pagina di “Cuore” (lo ricordate?) che lo ritraeva (fotomontato) a scalare montagne o col tutù a ballare.
    Si levò il solito (sì, niente di nuovo per questa volta) coro di polemiche perché sull’handicap non si doveva scherzare, perché offendendo lui si offendevano tutti quelli che soffrivano come e peggio di lui etc.
    La settimana dopo, lo stesso ministro Guidi fece cessare le polemiche affermando che quello era il miglior modo di affrontare lo stigma che affliggeva chi soffriva di handicap come lui o di problemi di salute mentale come, purtroppo, molti più di lui.
    Personalmente, di solito, non parlo di depressi ma di , non di schizofrenici ma di . La persona, insomma, viene prima della malattia. Nel bene e nel male. Esistono simpaticissimi individui affetti da depressione, schizofrenia e quant’altro… Esistono altresì persone sgradevoli con le stesse malattie.
    Nel categorizzare si fa un torto a tutte. Io credo molto più che nel prendere per i fondelli una persona, ancorchè affetta da una malattia.

    Sempre parlando a titolo personale non ho trovato il post particolarmente offensivo, in qualche modo c’erano fonti che permettevano di farsi la propria opinione personale (scusate la ripetizione) e non si chiedeva che fosse la stessa di chi quel post aveva scritto.

    Ancora … personalmente … (scusate ma pare fondamentale in questa occasione)… non avrei tolto il post.

    PS
    Il Papa tutti i giorni su ogni telegiornale, ha una sua idea di famiglia che non è per niente la mia (che pure ho due figli, uno di una settimana), non ho mai avuto l’opportunità di dire che non sono d’accordo e pare che in questo periodo non ce l’abbia nessuno (a parte qualche “terrorista”). In questo blog tutti (forse troppi) hanno potuto esprimere la loro opinione in merito. Una cosa è dire che non si è d’accordo. Altro è dilungarsi in critiche verso chi scrive.
    Magari perchè si preferisce Beryl. ;-)

    PPS
    Uso compiz, perché sono affezionato a questo blog. :-P[]

  80. @andrea: non spostare l’argomento sulle mie competenze o su come parlo, non c’entrano niente. Anzi, visto che ci siamo: chi ti dice che Quinn Storm sia veramente un depresso? ci vai a cena insieme? sentirsi sfigato NON è essere depresso.
    Inoltre secondo me quel post andava lasciato come monito: se hai i tuoi problemi fatti curare, ci sta che li risolvi, non rompere i coglioni agli altri.
    Facendo un fork solamente per sfogare le proprie frustrazioni (nel video rimosso dice ESPLICITAMENTE questa cosa) Quinn Strom si è avvicinato parecchio a Columbine o a Virginia Tech. Far pesare i propri problemi sugli altri non è né la soluzione, né un modo accettabile di comportarsi.

    Ecco il vero motivo per cui vorrei quel filmato online.

  81. @iltremendo
    “Anzi, visto che ci siamo: chi ti dice che Quinn Storm sia veramente un depresso? ci vai a cena insieme?”

    Trovami il punto nel mio discorso dove IO sostengo che Quinn sia depresso.Ho semplicemente detto che lui stesso dice di esserlo, oltre a stigmatizzare il tuo precendente post in cui formulavi la diagnosi di repressione… non girare la frittata per favore.

    “Facendo un fork solamente per sfogare le proprie frustrazioni […] Quinn Strom si è avvicinato parecchio a Columbine o a Virginia Tech.”

    Letta questa frase direi che è proprio il caso di smettere di discutere… visto che a quanto pare apri bocca e gli dai fiato… Non è che devi per forza scrivere qualcosa non appena il tuo cervello emette flautolenze…

    @delau
    Sono daccordissimo con quello che dici, ma un conto è fare satira o prendere in giro qualcuno, anche per un suo handicap. Un altro è, come dici giustamente anche tu, apostrofare le persone con la loro malattia (come ha fatto Felipe). La trovo semplicemente una cosa di cattivo gusto ed offensiva.
    Anche io l’avrei lasciato il post, aggiungendo sopra qualche riga di VERE scuse.

  82. @Andrea: dar fiato alle trombe (…):
    “il tuo precendente post in cui formulavi la diagnosi di REPRESSIONE”
    si certo, perché abbiamo a che fare con Pol Pot…
    ma chi era che non sapeva usare le parole?
    Detto questo basta offendere, anche se non sono un depresso.
    Sai, mica bisogna aver qualche problema per sentirsi offesi…
    E la depressione NON deve essere una scusa gli errori che si commettono…
    Anche lessicali…

  83. @iltremendo:
    “Felipe non ha attaccato un Depresso, ma un Represso. Spero che tu sia abbastanza intelligente da capire la differenza, ma a giudicare da quel che dici ho i miei dubbi.”

    Ora…
    1)non pretendo che tu comprenda le citazioni di Voltaire… per carita’… neanche pretendo piu’ di instaurare un *ragionamento* con te, visto che ho capito che e’ inutile…
    Ma adesso siamo proprio al limite! Neanche capisci le prese per il culo! Provo (PROVO) a spiegarti: se tu dici che qualcuno non e’ un depresso, ma un represso allora ne segue la seguente deduzione logica:

    depresso–>depressione
    represso–>repressione

    Sono certo che puoi farcela (sono un inguaribile ottimista…).
    Per inciso, era proprio il motivo per cui pensavo che la tua precisazione fosse inutile.

    2)Rileggi la tua frase e comincia a riflettere su chi ha offeso per primo… forse tra qualche giorno ci arrivi…

    3)Io ho fatto dei ragionamenti, non ho parlato mai di lessico in modo fine a se stesso. Sei tu che hai preferito eludere gli argomenti da me esposti… comincio a farmi un idea del perche’…

  84. @andrea: senti di persone depresse ne ho conosciute. MA NESSUNO DI QUESTE CA**VA IL CA**O ALL’UMANITA’ COME TE E QUINN STORM. Se preferisci ci mettiamo anche Berlusconi che tanto nemmeno il viagra… bimbo, io non offendo te personalmente, ma chi si trincera dietro un paravento di scuse creato apposta per ammettere che è un incapace. Cavolo, Quinn Storm ha ammesso che sta passando un brutto momento perché senza laurea non trova lavoro. Ma chi gli impedisce di andare all’universtà? forse la sua intelligenza… Se non ha le capacità per una borsa di studio, probabilmente non le ha nemmeno per studiare. Qui in Italia le borse di studio si danno anche per il reddito, ma negli USA si danno per abilità da Corrida. Il post di felipe non voleva offendere nessuna categoria, a parte quella dei fanfaroni svogliati come si è dimostrato Quinn Storm. Le parole sono sue.
    E ora basta altrimenti mi inizi a stare sui co… Take it easy, please!!!

  85. ma che FURBONE.
    che scuse sarebbero? non spieghi nemmeno a cosa ti riferisci.

    ciao, hai un lettore in meno

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...