La GPLv3 piace ad Alan Cox

Una delle voci storiche e più influenti del team di sviluppatori del kernel Linux, Alan Cox, si è dichiarato a favore (mp3 dell’intervista) della terza versione della General Public Licence.

Qualche tempo fa avevo segnalato che l’ultima revisione della GPL sembra non dispiacere anche a Linus Torvalds, il papà del pinguino, che di fronte alle prime versioni perplimeva¹ :D

Ricordo che la licenza GPLv3 non è ancora definitiva e che potrebbero esserci dei cambiamenti prima che venga ufficializzata, ma tra le posizioni intransigenti del passato e l’entusiasmo del presente, possiamo dire che le cose volgono al meglio.

[fonte: Computer Weekly]
[via: OSNews]


[¹] cfr. “Ultra Mobile Personal Computer… e io “perplimo”¹

8 pensieri su “La GPLv3 piace ad Alan Cox

  1. In particolare cos’è cambiato dalla seconda bozza che non piaceva a torvalds? l’ultima bozza devo ancora leggerla…appena trovo un pò di tempo gli darò un occhio

  2. Sarebbe bello sapere se Torvalds è ancora convinto di continuare ad usare la GPLv2 piuttosto che la prossima versione, in quanto lui sembra non avere nessuna cosa da ridire sui DRM (DRM che erano nel focus – ovviamente in nevativo – delle prime bozze della v3).

    Stento a credere ad un progetto importante come linux con licenza GPLv2 quando tutto quello che graviterà attorno passerà – inevitabilmente – alla versione 3.

  3. Se la 3 vorra’ iniziare a controllare quello che puo’ essere e quello che non puo’ essere (discorso DRM ecc) stai tranquillo che Linus manterra’ la 2 . Se ti capita, leggiti “Rivoluzionario per caso” , spiega benissimo il suo punto di vista

  4. @davidonzo: e che problema c’è se il kernel sarà GPLv2 e gran parte del software sarà GPLv3?

    Se stai navigando da Linux in questo momento stai usando di sicuro software sotto licenza GPL (il kernel), software sotto licenza BSD (xorg) e probabilmente software coperto da altre licenze free…

    E la differenze tra la licenza BSD e una GPL sono molto più sostanziali rispetto alle differenze tra la seconda e la terza versione della GPL.

    Finchè le licenze sono compatibili tra loro e free non vedo dove stia il problema…

  5. @bsod
    Problemi di compatibilita’ fra GPLv2 e GPLv3?
    Meglio dimenticarsi di prendere come esempio la BSD che ha la possibilita’ di essere snaturata in toto.E’ la ragione della sua compatibilita’ con la GPL altrimenti impossibile.

  6. Anonimo: ho citato la BSD solo come esempio… E comunque è un dato di fatto che una buona parte del software che usiamo quotidianamente sotto Linux è sotto licenza BSD…

    La BSD cmq non viene mai snaturata: anche il fatto che software sotto licenza BSD venga incluso in software con altre licenze è previsto dalla licenza (e quindi non la snatura)…

    Se preferisci la GPL non dire falsità sulla cara vecchia BSD :-)

  7. @bsod
    No mi hai male interpretato.Non era mia intenzione criticare la BSD semmai sottolineare i limiti della GPL che grazie alla BSD puo’ dirsi compatibile con qualcosa.Tutto qui.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...