GRRRR Green Oxygen

Green just makes you ugly, get over it

go-previous128.png

Prueba éste en cambio …más chulo ¿a qué sí?

go-previous128bn.png

:)

49 pensieri su “GRRRR Green Oxygen

  1. Argh nero nero nero nero…anche a me piace, ma personalmente preferisco avere il desktop dei colori dell’arcobaleno! :-D Forza rainbow! :)

  2. Verde.
    Verde smeraldo, più verde di quella freccia.
    Il nero è elegante, ma diventa monotono in fretta…Magari potrebbe starci, se disponibile come variante del tema predefinito, un po come il tema Graphite per Aqua nei Mac.

  3. hehe Felipe. Lo sai che mi stanno tartassando per cambiare le frecce :) si anche riccardo, che però opta per il blu. Le freccie quassù sono ben fatte, come sempre, ma io veramente mi trovo benissimo con i triangolini :)
    Ci sarà una riunione prima o poi in cui si deciderà se passare alle frecce o se restare con i triangolini. Comunque sia stai tranquillo, per la navigazione il verde avrà per sempre il veto da parte mia. Voglio dire, verde, un colore così forte ed accesso nel filemanger non ce lo vedo proprio.

  4. Bella, magari è meglio verde scuro o blu scuro.

    @David: ti imploro, eliminate i triangolini!!!
    E’ un casino, le freccette avanti/dietro sono uguali ai triangolini per vedere la cronologia, è tutto appiccicato:

    Le frecce perfette secondo me sono quelle che già usate ad esempio per scorrere le pagine dei documenti in kpdf e altre apps, queste in pratica:

    Una soluzione potrebbe essere usare le freccette per fare avanti/indietro e i triangolini per vedere le ultime pagine visitate ;)

    Con la mia umilissima opinione faccio un in bocca al lupo al team Oxygen e lo ringrazio per il lavorone meraviglioso che sta facendo :D

  5. @David
    Colgo l’occasione per fare i complimenti a te e allo staf di oxygen! State facendo un lavoro eccelso e professionale.

    I triangolini sono decisamente più stilosi ^^ ma certo il problema che ha rilevato Tyler è da tenere in considerazione.

  6. @David

    A proposito, ma la licenza che usate per le icone oxygen mi permette di usarle nei documenti come clipart (o addirittura sul sito web)?

    Essendo scalabili e fotorealistiche stavo valutando questa possibilità.

  7. @David
    Vada per non usare il verde nelle frecce (meglio dei triangoli ;-) ) di navigazione, ma vi prego non fate tutto bianco/nero/grigio, sarebbe deprimente. Quoto Luca Venturini, anche io preferisco un desktop pieno di colori :-)
    Detto questo vi faccio i complimenti per l’eccellente lavoro che state facendo!

  8. concordo con chi sostiene un verde smeraldo, o un blu scuro… il nero è come il grigio… ci si stufa presto di avere un’interfaccia in bianco e nero… W i COLORI!!!

  9. anche io preferisco i triangolini (per i verde o nero non litigate, alla fine ci sarà un tema “classic” e un tema “modern”)

  10. @ Tyler: sono al corrente del problema dei trangolini che indicano ulteriori opzioni, ovviamente se le frecce restassero quelle attuali si farebbe qualcosa per ovviare al problema.

    @ and: anch’io concordo che tutto nero è deprimente, ma infatti, solo le freccette e un paio di altre icone toolbar sono di questo colore. Secondo me avere colori così sgargianti nell’applicazione più usata in assoluto è abbastanza pensante agli occhi, ma come vedi, in molti discordano con me. Alla fine si farà ciò che si ritiene accontentare i più, chi vivrà vedrà. ancora c’è tempo per accorgimenti vari.

  11. @ Mercurio
    Quando KDE 4 sarà rilasciato la licenza permette lo stesso utilizzo delle icone precedenti. Si spera che con LGPL v3 la grafica sia più tutelata, in quanto il testo attuale della licenza, essendo così orientata al software, rende difficile l’interpretazione per quanto riguarda la grafica. Comunque, non ci dovrebbero essere problemi per usare in siti web etc.

  12. @David Vignoni:
    Ti amo, ma in una maniera molto virile e distaccata -.-

    Come te, i triangolini attuali a me piacciono più di queste frecce viste e riviste da anni, e come te ovviamente preferisco il nero ma non per _tutto_, l’ho sempre specificato anche se in molti hanno paura di trovarsi tutto nero. Le azioni più comuni non sarebbero per niente male in nero. Magari nero E qualche altro colore per le azioni più complesse e cose del genere.

    Ma da quanto leggo e vedo il tuo concetto di bellezza mi soddisfa già moltissimo e non credo ci sia bisogno di dirti che stai/state rivoluzionando la percezione che si ha di KDE :)

  13. @ “LICENZA”
    Quindi saranno rilasciate sotto lgpl come le kdelibs…

    Avevo provato a leggere il testo dell’attuale creative commons, e mentre mi sembra ovvio che una modifica al tema è un lavoro derivato, o che usarle in programma che si vende è un uso commerciale, mi sfugge cosa succede se le inserisco in un mio documento: viene considerato lavoro derivato e soggetto anch’esso alla cc?

    (di certo mi farò le icone per ogni tipo di file audio cambiando colore alla nota ^^ non dovrebbero esserci problemi a postarle come estensione su kde-looks, sotto cc, per chi avesse questa mia necessità, vero?)

    Scuso la pedanteria, è semplicemente perché stimo e rispetto il vostro lavoro.

  14. p.s. l’unico problema che ho direttamente incontrato coi triangolini è che sembrano molto più piccoli delle altre icone della toolbar.

    Il tema nuoveXT utilizza anche i colori per distinguere le funzioni di navigazione: verde per le frecce, rosso per stop, arancio per aggiorna, e tutto sommato mantiene la sua eleganza.

    Certo però, che il grigio sull”attuale stile dei widget oxygen è veramente elegante. (almeno sui colori attuali dello stile)

    (porc ho preso il vizio di postare due volte…)

  15. La ri-butto lì, visto che le icone sono fatte in SVG e poi eventualmente esportate in PNG, e dato che l’SVG non è altro che un file XML che a sua volta è un file di testo, non sarebbe possibile avere delle definizioni di colori standard (per esempio col1=#FFFFFF, col2=#FAB5C0, col3=#154AAD,…) e poi far usare questi colori di base dai realizzatori di icone, a questo punto sarebbe facilmente modificabile il colore di TUTTE le icone variando solo qualche parametro, magari anche tramite GUI :P (ovviamente si userebbe anche il canale alpha per le trasparenze)
    Ovviamente non sarebbe così semplice se si utilizzassero icone in formato raster, ma ormai credo che si stia “abbandonando” questa strada in favore del vettoriale (IMHO meglio così ;) )

    Ciao
    Mavimo

    PS: la mia idea è proprio così una stupidata? Non mi sembra difficile da implementare (dal punto di vista codice), servirebbero solo dei set di icone sviluppate in quel modo…

  16. @Mavino

    A dire il vero che io sappia le oxygen hanno una loro palette, e cambiare i colori a tutte le icone è probabilmente una questione di un comando da shell.

    Ma se tu volessi cambiare le frecce grigie per farle diventare blu, vorresti cambiare *tutto* il grigio in blu ovunque? Alla fine c’è sempre da intervenire sulle singole icone o sui singoli gruppi, molti sicuramente lo faranno e ci saranno le alternative per tutti i gusti.

    Non rompiamo l’anima agli sviluppatori su queste cose, preoccupiamoci del colore di “default” non di quello che si intona meglio con la nostra cravatta ^^

  17. Verde, verde. O blu. Oppure rosso, giallo… Qualsiasi colore che non sia nero, per favore!
    (scherzavo col giallo eh!)

  18. @ Mavimo: ottima idea.

    Oggi in Gnome i temi aggiornati permettono una piccola modifica ai colori (so che in KDE esiste dalla notte dei tempi, ma non usandolo, non saprei orientarmi adeguatamente nel discorso..), se fosse implementata una cosa del genere anche per le icone sarebbe “cosa buona e giusta”.. ;)

    Si potrebbe iniziar a temizzare seriamente, tralasciando i colori come discriminante a scelta del singolo user, ed ampliando la gamma degli engine, di come questi possono interagire l’un con l’altro, delle proporzioni, delle eventuali animazioni (sarebbe ora.. non vorrei, una volta ancora, che ci si ritrovi ad inseguir os10.5, come stile, o semplicemente come “funzioni” dell’ interfaccia..), e via dicendo..

    Insomma più TEMI, quelli veri, e meno cappelle tipo Lista & AquaTux..

    Magari abolendo, finalmente, gli engine basati su pixmaps..

    Ok, scusate il piccolo sfogo.

    KDE sta facendo un bel salto avanti, spero solo non debba ritrovarsi vecchio quando ad ottobre dovrà confrontarsi col leopardo melacciano.. ;D

    Buon Lavoro!

  19. non rompiamo le palle a vignoni!!!!
    Le sue icone l’ho utilizzare per il mio progetto di tesi ahahaahahahh

  20. “Si potrebbe iniziar a temizzare seriamente, tralasciando i colori come discriminante a scelta del singolo user”

    Io però, vorrei dire, semplicemente, si può già fare! Scegli l’icona di cui vuoi cambiare il colore, la apri con inkscape, e fai effetti->colori->personalizza. (anche solo sull’insieme di oggetti di cui vuoi cambiare il colore)

    Più facile di così è qualcosa di impossibile.

  21. @Mercurio #25:
    Si, ovviamente mi riferisco a palette di colori che modificano TUTTE le icone… fondamentalmente avrebbe una doppia utilità:
    1 – estetica: se uno ha un tema caldo perché deve avere le icone blu piuttosto che arancio? E se invece ho un tema caldo il cui sfondo è arancio perchè devo confondere le icone con lo sfondo piuttosto che avere un set di icone rosse?
    2 – usabilità: ipotizziamo utenti ipovedenti piuttosto che daltonici, che altro.. potrebbero automaticamente impostare il set di icone per avere un determinato colore che per loro risulta più facilmente visibile.
    Ovviamente usando le palette di colori modificandone uno si modifica su tutti i set, e mi pare anche un ottima cosa, se non altro per dare un senso di continuità, altrimenti tanto vale che ogni programma inserisce le sue icone personalizzate (alla faccis dell’integrazione nel DE).
    Il fatto di concentrarsi sul colore di default non avrebbe senso, potrebbe essere anche fucxia se poi ognuno ha la possibilità di personalizzarselo..
    Forse è una versione un pò Gnome Style piuttosto che KDE…

    @Xander #28:
    Esattamente quello che intendevo, la personalizzazione del desktop oltre che per gusti PRETTAMENTE estetici serve anche a dare un ambiente più confortevole in cui lavorare, infatti la prima cosa che faccio dopo aver installato la distribuzione è di cambiare le icone, sfondo del desktop e bordi delle finestre ;)
    Ovviamente si tratta di cose opinabili, ma visto il limitato spreco di tempo/risorse necessarie all’implementazione…

    Ciao

  22. @ Mercurio:

    Ok, lo faccio già. Ma non posso mettermi a cambiare colora a ciascuna icona per ogni tema che creo. Altrimenti ci metto 6 mesi a tema.

    Se si riesce ad implementare una funzione del genere, ben venga. Altrimenti continuiamo come oggi. In fondo non è niente di trascendentale. E’ solo un’ opzione un più, che, a mio avviso, lascerebbe l’utente libero di sfruculiare, i portali come *-look liberi di certe indecenze, e di mille versioni dello stesso tema, porterebbe più “creatività” da parte dell’ utenza e temi migliori.

    Se riescono, imho son solo vantaggi.

    P.S.: domanda stupida -> le icone KDE, Gnome e vari DE rientrano tutte nel progetto Tango? Ovvero, almeno per i nomi, posson esser assegnate facilmente, oppure siam ancora a nomi diversi per funzioni identiche?

  23. @Mercurio #31:
    mm.. e quanti sono quelli che si mettono a farlo? ;D
    Una interfaccia che fa vedere il set delle icone principali e 6/8/quanti si ritiene necessari colori che faccia vedere le modifiche in tempo reale (su le icone di esempio). Lasciando stare che sarebbe fattibile anche ora scrivendo il programma necessario il problema è che le icone devono rispettare degli standard per poter essere modificate in questo modo, per esempio le palette di colori devono essere di un certo numero di colori (che ovviamente non possono essere migliaia, una decina imho sono più che sufficienti, sfruttando poi i gradienti e opacità…).
    Senza delle specifiche pensate per andare in quella direzione non si arriva a nulla…

    Just My 2 cent

  24. @Mavino e Xander

    Modificando il colore di una icona di Oxygen, ho scoperto l’acqua calda.

    Ho scoperto cioè che quello che noi vediamo “verde” è fatto in realtà di tante sfumature di colore e dettagli, accuratamente scelte dai designer. Per fortuna Inkscape mi ha permesso di fare le modifiche al volo solo su una particolare area, usando una formula matematica.

    Avessi dovuto scegliere a mano tutte le sfumature di verde, avrei perso molto più tempo solo per scegliere i colori *per una sola icona*, piuttosto che per cambiarli.

    Una opzione per cambiare il “colore” al volo da un utente, dovrebbe essere per forza di cose, o semplice e molto limitata (quasi come proporre diverse varianti dello stessa tema…) o richiedere un tema di icone estremamente semplice.

    “che ovviamente non possono essere migliaia, una decina imho sono più che sufficienti”

    E invece i colori non sono affatto una decina ^^ è questo il punto. Il perché, chiedilo a David, o apri una icona Oxygen “verde” come la notina per i file musicali, con inkscape. (C’è una cura veramente assurda dei particolari!)

    Fossero stati una decina sarei già a scrivere il programma per cambiare il colore… davvero, ci stavo pensando, ma mi sembra appunto che alla fine non possa essere utile come voi chiedete.

  25. @ Mercurio: ma son tutti scollegati tra loro?

    Non è possibile assegnar un colore base, e poi applicare, nelle varie aree dell’ icona, effetti tipo “darker”, “lighter”, “shade” e via dicendo?

    In questo modo assegni un colore solo, e poi lui applica le sfumature al resto delle aree dell’icona.

    Certo limita un po’ gli effetti applicabili.

    Tieni conto però che, volendo, potresti cambiar l’effetto in ciascuna delle singole aree..

    Insomma, capisco che dietro a tutto questo lavoro c’è un team di gente sveglia e non 4 ragazzini alle prime armi, ma non esiste proprio la possibilità di applicar una funzionalità del genere?

    E poi (poi la smetto, giuro! XD ) quando sarà possibile aver un set di icone trasversale (ed anche modificabile..) a qualcunque DE?

    Siam una comunità, dovrebbero esser Apple e MS a seguir il ns sviluppo in progetti innovativi, ed invece spesso è il contrario..

    Uff..

    ;)

  26. Allora, mettiamo anche che siano 20 colori (credo che siano fin troppi :D ) se usati con coscienza possono dare tutti i colori del mondo (veramente ne basterebbero 5, ma lasciamo correre); il fatto che vengano usati 1678colori è perché non sono definiti un “set standard” di colori da usare, poi anche con pochi colori, usando le trasparenze e gradienti si può fare tutto..
    Il problema è proprio che per fare questo bisogna dire che le icone devono essere realizzate in un certo modo (per esempio 10 colori) e che i colori “di partenza” devono essere #FFFFFF, #000000, #AABBCC,… miscelandoli a dovere si ottiene tuta la gamma necessaria.. pensa ai monitor.. 3 colori + il nero di pixel spento.. ;)

  27. @Xander
    Per quanto ne so oxygen dovrebbe seguire le specifiche tango.

    @Mavino e Xander
    Raga guardate che io non ho preconcetti, stavo studiando seriamente la cosa perché volevo provare a fare quello che avete proposto.

    Ho provato a ridurre i colori che *definiscono le sfumature* (non i colori dell’immagine!) di una icona Oxygen http://img399.imageshack.us/my.php?image=oxyyo9.jpg mettendo a verde *alcuni* dei verdi. (Sicuramente potevo far di meglio, ma sono cmq rimasti più di 10 colori)

    Con Oxygen, non è proprio cosa. Anche se di grafica non ne capisco granché, l’impressione che ho avuto è appunto che il lavoro di cambiare il “colore” all’intero set, in maniera libera, è una cosa che l’utente non si metterebbe mai a fare, perché per ottenere risultati decenti ci vuole comunque un certo lavorìo, e che sia più facile ottenere risultati con inkscape come sopradetto. Tutto qui. Se poi qualcuno si vuole mettere a scrivere un programma ben venga, ma non mi sentirei di chiederlo a nessuno degli sviluppatori KDE.
    Più probabile che queste modifiche ai temi le facciano alcuni utenti appassionati e le postino su kdelooks per il bene comune.

  28. (Ovviamente mi riferisco ad Oxygen. la possibiltà di creare un set fatto all’uopo magari c’è, ma per far venire fuori qualcosa di neanche lontanamente paragonabile ad Oxygen, mi sa che i disegnatori dovrebbero farsi un mazzo pesantissimo)

    Almeno, questa è l’impressione che ho avuto da questa storia.
    Nel frattempo fatemi godere oxygen ^^

  29. Forse Oxygen è troppo “realistico” per applicar una funzione di quel tipo.

    Certo bisognerebbe pensar un tema che nasce per questo e, se funzionale, farne delle specifiche.

    Se ripassa di qui David Vignoni.. od anche Cimi (ma forse non si occupa lui delle icone..)..

    Magari posson illuminarci un po’ sulla questione.

  30. Guarda, tanto per sfizio ci ho provato anche io (5min, quindi non è completa come la tua, manca l’angolo del foglio, la coda della nota), in ogni caso ho usato 3 colori: il verde, il bianco e il nero. con 10′ mi sa ceh ce la fai abbondantemente ;)

    In ogni caso, se si volesse intraprendere qualla direzione si potrebbe di considerare una serie di colori che si modificano, mentre tutti gli altri non cambiano, per esempio per i dettagli o per icone fotorealistiche (anche se secondo me un icona deve essere ICONA non immagine).

    Ciao

    PS: David, Cimi, se ci siete battete un colpo ;)

  31. @ Mavino & Mercurio:

    Cimi, sul suo blog, risponde che è già possibile colorare le icone su Gnome (2.18)!

    Consiglia di usar Gnome-color-chooser.

    Lo usavo su Edgy, ma devo dire che ora ha fatto un bel passo avanti!

    Buon frontend (migliorabile…) per configurare Gnome in profondità.

    Peccato non sia incluso di default.

  32. @Xander & Mavimo

    Sfogliando le icone oxygen mi sono reso conto che le icone che avrebbe senso poter colorare saranno si e no una decina.
    (tutte le icone sono realistiche, e quelle delle applicazioni rispecchiano il logo dell’applicazione)

    Mi sento molto idiota per aver riempito una pagina di commenti parlando di questo -.-

  33. Io sono d’accordo con Riccardo: perché non *BLU*? :) Adesso mi lincianooo! LoL
    In linea di massima, comunque, il nero (e non è un caso che utilizzi spesso e volentieri Tango Noir, che pure è “sparito” da Ubuntu Studio… :|) va con tutto. Complimenti in ogni caso, Oxygen è uno dei motivi per cui comincerà a piacermi KDE (dal 4 in su)! ;)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...