L’accordo Microsoft/Novell è ora pubblico (ma censurato). È l’inizio della fine per Novell?

Lo hanno pubblicamente ammesso loro stessi: se la GPLv3 manterrà le novità pensate appositamente per bloccare accordi simili a quello stipulato tra loro, significa che Novell e Microsoft dovranno cambiare rotta, e magari finirla di distribuire Linux e/o di minacciare azioni legali, per non correre il rischio di dover denunciare se stessi

sbadigli.jpg
Continuano gli sbadigli…

Il cambiamento di rotta potrebbe portare in differenti e imprevedibili direzioni… forse una revisione del famigerato accordo, oppure una limitazione per Novell della possibilità di distribuire software licenziato con GPLv3, o magari qualcosa di nuovo che non è ancora evidente… le dichiarazioni di Novell sono molto chiare, le riporto di seguito.


Comunque vadano le cose, si prospetta la possibilità di una rivincita della comunità, anche in vista del fatto che i coupon comprati da Microsoft sono risultati senza scadenza, e questo, miscelato ad una GPLv3 adeguatamente confezionata, si traduce in puro divertimento. Sono passati ormai mesi dai primi post in cui mi aspettavo che qualcosa del genere succedesse, e adesso vado a prendere i popcorn per godermela tutta.

Ecco alcuni stralci delle dichiarazioni rilasciate da Novell, ripresi dall’immancabile Groklaw e tradotti per puro gaudio in italiano dal vostro affezionatissimo:

If the final version of GPLv3 contains terms or conditions that interfere with our agreement with Microsoft or our ability to distribute GPLv3 code, Microsoft may cease to distribute SUSE Linux coupons in order to avoid the extension of its patent covenants to a broader range of GPLv3 software recipients, we may need to modify our relationship with Microsoft under less advantageous terms than our current agreement, or we may be restricted in our ability to include GPLv3 code in our products, any of which could adversely affect our business and our operating results. In such a case, we would likely explore alternatives to remedy the conflict, but there is no assurance that we would be successful in these efforts.

Se la versione finale della GPLv3 contiene condizioni che interferiscono con il nostro accordo con Microsoft o la nostra possibilità di distribuire codice GPLv3, Microsoft potrebbe smettere di di distribuire coupon di SUSE Linux per evitare l’estensione della protezione dai suoi brevetti ad un più vasto bacino di software GPLv3, noi potremmo dover mutare i nostri rapporti con Microsoft in termini meno vantaggiosi di quelli dell’accordo attuale, oppure potremmo subire delle restrizioni sulle possibilità di includere codice GPLv3 nei nostri prodotti, ognuna di tali opzioni potrebbe avere affetti avversi sui nostri affari e sui risultati delle nostre operazioni. In tal caso, esploreremmo sicuramente alternative per rimediare al conflitto, ma non c’è assicurazione che riusciremo in questo intento. (T.d.felipe)

Non so come ma prevedo che la popolarità di Novell non beneficerà assai da questo clima di incertezza che i suoi oscuri dirigenti hanno così bene contribuito a creare e che adesso non possono fare a meno che ammettere…

sbadiglii.jpg
E ancora sbadigli…

Beh, giusto per tenere fede al titolo del post, ecco qui il testo del famigerato accordo stipulato con Microsoft. Se non ci capirete una virgola non preoccupatevi, io mi sono già perso nelle intricatissime definizioni in apertura, e poi ci sono varie censure su parti che devono restare segrete.

Sbadigli per le trovate sceniche, invece molto avvincente la trama. Attendo e pregusto il lieto fine. Ma con molta calma ;)


NB: Le splendide foto sono di Julian Wolkenstein

27 pensieri su “L’accordo Microsoft/Novell è ora pubblico (ma censurato). È l’inizio della fine per Novell?

  1. Più che sbadigli, avverto raffiche di freddo e gelo; quello che é calato dalla comunità su Novell. Poveri cicci, non ve l’aspettavate?
    Guardarli adesso, che annaspano, che cercano scappatoie, festuche alle quali aggrapparsi per togliersi fuori dalla melma nella quale si sono invischiati…
    Non é che sia tutto questo gran spettacolo… ahò, ma i gusti sò gusti eh!
    ;)

  2. Non c’è bisogno di essere dei *** per recepire come *** con questo mezzo *** con il gigante di *** non abbia fatto altro che puntarsi una *** alla ***.
    La GPLv3 per me è il ***.

    Se volete poi scrivo la versione libera, il mio messaggio era più rivolto a loro che alla comunità =D.

  3. Scusate ho un dubbio approposito di questo famoso accordo etc.. E se M$ volesse da quest’accordo un simil Compiz da usare in Svista ? Potrebbe accadere penso, sbaglio?
    Come reagirebbe secondo voi la scena “comunitaria” ? Mah, quando sento parlare di No e M$ più che sbadigli….

  4. Sempre più convinto che la GPL non sia più una licenza per software ma una gabbia. Non è di accordi commerciali che si deve occupare una licenza!

  5. @fello: Le foto di Julian sono davvero strepitose!Le più belle secondo me sono quelle personali…
    Per il resto … Yeaaaahhhwwwwnnn … Passami un pò di popcorn che la prima visione non ce la leva nessuno! XD

  6. Novell non ha le risorse per poter mantenere dei fork di tutta l’enorme userland GNU. Seriamente, come pensano di fare?

  7. @NeXus : perche invece aero e molte feature di svista non vengono da cupertino ? solo che in quel caso è tutto AGGRATISSE :P
    @tutti : compriamo una tonnellata di mais da far saltare in padella e un bel po di sale … non dimenticatevi la birra pero’

  8. Un po’ mi dispiace per NOvell, ormai hanno intrapreso una via senza ritorno e quando si accorgeranno di aver fatto una grossa c…..a, ne usciranno con le ossa rotte (nel senso che le ossa glie le rompe la m$).

  9. Poverini quelli di Novell, già li vedo con la loro tutina da lavoro numerata personalmente da Bill.
    Ma non capiscono che è una barca che affonda? Cosa non si fa “Per qualche dollaro in più!”.
    La differenza sarebbe tra uno che lavora in miniera e uno che fa l’istruttore di kitesurf in spiaggia ai Caraibi.
    I soliti noiosi arrivisti!

  10. No dai, perché dici “la fine di Novell” :)

    Semmai potrebbe essere il contrario, la GPL.3 “salverà” la Novell… nolente o volente ^^

  11. @neXus: il codice di compiz potrebbe già essere incluso senza problemi in sVista, anche senza alcun accordo tra Novell e Microsoft, perchè è distribuito (anche) sotto una licenza BSD-like

  12. Felice di aver rimosso suse da un computer per aver messo gentoo… ^^
    Ora sono curioso di vedere come andranno le cose…. vado ad accendere pure io il microonde e a comprare i pop corn ^^

  13. Beh…….molto semplicemente cominciano ad intuire l’errore che hanno fatto accordandosi con l’Ameba Gigante ed ora cercano una via d’uscita praticabile per non restare imbottigliati e rischiare di collassare, rischio che è sempre presente quando si scende a patti con M$…………e poi non sarebbe la prima volta che accade.

    Ciao e buon Ubuntu a tutti!!! :)

  14. Non so, leggo molti commenti tipo “la fine di Novell”, etc, e a leggere le cose così, oltre ad farmi una pessima idea di Novell, non ne prevedo un futuro roseo.
    Mi chiedo: possibile che chi si occupa di queste mosse a Novell non ci abbia pensato? Vuoi che siano così stupidi?

    Forse ci sono fattori che noi non conosciamo e di cui non possiamo tenere conto…

  15. Ma davvero qualcuno pensa che un gigante come Novell possa sparire? ma sapete di chi parlate? Dio mio, che ignoranza colossale.
    Ma andate a giocare, bambinerd..

  16. @paul
    Novel era un gigante che per cercare di non affondare, ci ha provato con linux.
    Solo che nel mondo linux non possono permettersi di dettare alcuna legge altrimenti sono fuori dai giochi.
    Putroppo per loro han cercato di dettare legge…
    Peccato per suse. Spero solo che mono non affondi insieme a loro.

  17. ……Loro(M$use) sperano di fare un grande affare passando sotto “MisterPay”. Ma ormai la fantasia, la convinzione, la super creatività dei nostri programmatori(…accidenti come ne vado fiero), hanno dimostrato che nel futuro non ci sarà bisogno di spendere soldi per avere un software + che eccellente.
    A mio parere M$ sta realizzando che la sua salvezza è nel software e non negli OS(dopo Ubuntu su Dell!). Non mi stupirei se usasse tutti i soldi che ci ha spillato per fare altre acquisizioni di marche con software indispensabile per chi lavora(Adobe,Corel,etc.).

    Caro Bill, la barca affonda.

  18. Ecco le parti censurate:

    ” … I “cloni” sarebbero, stando a quanto emerge dall’accordo, quei software che mimano più o meno fedelmente le funzionalità e l’interfaccia grafica dei prodotti di BigM o implementano le medesime Application Programming Interface (API): tali prodotti, secondo i termini dell’intesa, non sono coperti delle protezioni legali fornite da Microsoft agli utenti di SUSE Linux. Come si può immaginare, in tale definizione potrebbero rientrare non pochi software open source, a partire da OpenOffice, Wine, Mono ed Evolution.” (via Punto Informatico)

    Ecco mono…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...